Esauriente Salute Vaccini e Autismo: secondo la Procura di Roma non vi è alcun...

Vaccini e Autismo: secondo la Procura di Roma non vi è alcun nesso

La Procura di Roma ha deciso di archiviare l’indagine in quanto sul piano giuridico non è stata individuata nessuna prova scientifica che possa mostrare un collegamento tra i vaccini e l’autismo.

L’indagine effettuata dalla Procura di Roma è stata effettuata in quanto sono stati raccolti diversi esposti nei quali veniva chiesto di verificare la tossicità dei vaccini ed il loro eventuale collegamento con alcune patologie come l’autismo, oltre che un controllo sulle condotte dei membri facenti parte dell’Ema e dell’Aifa per quello che riguarda i loro controlli sull’operato delle case farmaceutiche.

Negli esposti presentati alla Procura di Roma erano stati ipotizzati i reati di commercio e di somministrazione di medicinali andati a male oltre che di alcuni delitti colposi nei confronti della salute pubblica.

I PM della Procura della capitale hanno pertanto deciso di archiviare le indagini in quanto non vi sono studi scientifici che possono avvalere il collegamento tra vaccini e autismo e che, al contrario, non è possibile continuare con le indagini basandosi su studi pseudo scientifici che i medici possono facilmente smentire.

La Procura di Roma si è anche espressa in merito all’accusa di rendere obbligatorie le vaccinazioni per far arricchire le case farmaceutiche. La Procura ha dimostrato che nel 2015 tutti i vaccini acquistati hanno fatturato 318 milioni di euro. Nello stesso anno, i farmaci venduti per l’epatite C, patologia per cui non esiste alcun tipo di vaccino, sono costati al Sistema Sanitario Nazionale sei volte di più.