Ultimo diserta Domenica In, critiche in studio, la risposta del cantante



Il cantante Ultimo, arrivato secondo sul podio della 69esima edizione del Festival di Sanremo, ha diseredato l’invito al programma Domenica In, mentre la conduttrice Mara Venier ha spiegato: “Ho saputo che se ne è andato via nella notte, molto arrabbiato. Quindi non è qui”.

Dario Salvatori ha approfittato della situazione per punzecchiare Ultimo, dichiarando: “Non ho mai incontrato una persona così boriosa e piena di spocchia. A 23 anni hai la possibilità di tornare a Sanremo, non ti comporti così”.

Alle critiche il cantante Ultimo ha deciso di rispondere: “Avete questa settimana per sentirvi importanti e dovete rompere il cazzo. Tanto qualsiasi cosa io dico troverete qualcosa da ridire. Questo Sanremo è un po’ uno dei tanti capitoli che vanno a chiudere quello di ‘Pianeti’ che è il mio primo album perché dopo ci saranno queste 18 date nei Palasport che sono già tutte sold out, poi l’Olimpico e dopo non vedo, nel senso che ci sarà un anno in cui dovrò pensare, stare un po’ fuori e ritirarmi un pochino, sono fatto così.



Stanno scrivendo un sacco di cattiverie. Innanzitutto voglio ringraziare tutte le persone, e sono tante, che mi stanno inviando messaggi d’amore e sostegno. Siete più di quanto pensano loro. La mia incazzatura è molto semplice: com’è possibile che il festival di Sanremo dia la possibilità di teelvotare da casa e di spendere dei soldi. La gente vota e spende e io arrivo al 46,5%, poi un altro  arriva al 14% e questa differenza viene ribaltata dal giudizio di giornalisti e da 8 persone, la giuria d’onore, che con la musica c’entrano poco o nulla.

Quando è stato annunciato il terzo posto de Il Volo i giornalisti hanno esultato e urlato come fossero allo stadio. A me, mentre parlavo, mi hanno dato dello stronzetto, del deficiente, del coglione. Com’è possibile che questa percentuale sia ribaltata da dei giornalisti e da 8 persone? Mi viene da pensare che non è il festival scelto dal popolo ma dai giornalisti.

Allora non fate votare la gente, non fate spendere soldi alla gente per quattro serate, perché se poi un artista riesce a prendere più del triplo dei voti questa sentenza non puo essere ribaltata da 8 persone e dai giornalisti. Io mi sento incolpa e vi chiedo scusa per l’impegno che non ha dato i suoi frutti. Detto questo non ne parlerò più, sono felice di come sta andando la canzone, siamo tutti felici e compatti”.