Esauriente Attualità Trump contro gli immigrati: “Perché dobbiamo continuare a far arrivare qui gente...

Trump contro gli immigrati: “Perché dobbiamo continuare a far arrivare qui gente da questi Paesi di merda?”

Trump contro gli immigrati Perché dobbiamo continuare a far arrivare qui gente da questi Paesi di merda

Il presidente americano Donald Trump è letteralmente “esploso” nel corso della trattativa Muro e Immigrati, rilasciando affermazioni shock: “Perché dobbiamo continuare a far arrivare qui gente da questi Paesi di merda?”.

Come riportato dal Washington Post il presidente si trovava all’interno della Studio Ovale al momento dell’esternazione del suo pensiero contrario all’immigrazione. La sua domanda rimbalzata su tutti i notiziari è stata posta proprio nel mezzo della trattativa per un programma di protezione a favore dei migranti provenienti da Haiti, El Salvador e alcuni Paesi africani.

Tali piani di protezione per gli immigrati sono stati in realtà sospesi mentre la trattativa avrebbe dovuto cercare di ristabilire un equilibrio fortemente negato dallo stesso Donald Trump.

“Parole inappropriate, ignoranti” ha evidenziato il senatore democratico dell’Illinois Kwane Raoul, affermando: “Non credo ci siano modi per scusarlo. Mi vergogno ad avere un presidente simile”.

Anche Djenane Gourgue, della camera di commercio Haitiana-Statunitense della Florida, ha espresso similmente lo stesso concetto di Kwane Raoul: “Le sue parole non mi influenzano saranno le sue azioni dopo quello che ha detto a dover preoccupare. I commenti di Trump non sono altro che l’ennesima conferma della sua visione razzista e rinforzano ile preoccupazioni che abbiamo quotidianamente circa il fatto che il suo slogan “Make America Great Again” si debba purtroppo tradurre con “Make America White Again”.

Il presidente Donal Trump ha stupito ancora una volta il popolo americano affermando, direttamente al Wall Street Journal, la sua posizione attuale con la Corea del Nord, assicurando di “avere probabilmente un rapporto molto buon con Kim Jong Un”, mentre sui possibili colloqui con il leader delle forze coreane ha preferito non esporsi “Non voglio dire se l’ho fatto o meno. Non voglio commentare”.

“Perché non sono un fan della Amministraziopne Obama che ha svenduto per una manciata di noccioline la più bella e meglio posizionata ambasciata di Londra solo per il gusto di costruirne una nuova al prezzo di 1,2 miliardi di dollari, Mica un grande affare. E volevano che andassi a tagliare i nastro. Nemmeno per sogno!” ha inoltre postato attraverso il social network Twitter il presidente americano riguardo alla decisione di cancellare Londra dalla prossima tappa prevista.