Esauriente Economia Toyota: interruzione delle auto diesel

Toyota: interruzione delle auto diesel

Toyota interruzione delle auto diesel

Il famoso marchio automobilistico Toyota ha deciso di interrompere la produzione delle vetture diesel dopo anni di commercializzazione e vendite. L’annuncio è avvenuto di recente tramite un comunicato ufficiale dove la Toyota ha spiegato le proprie intenzioni future.

La decisione si affianca alle energie alternative a sostegno dell’ambiente, cercando di ridurre il numero delle automobili responsabili delle emissioni nocive per l’aria e la salute dei cittadini.

Il termine della produzione delle auto a diesel andrà ad incrementare nuove ibride incrementate da energia alternativa come i motori elettrici. La scelta dell’azienda non si presenta tuttavia improvvisata ma preceduta da dalle ibride già immesse sul commercio appartenenti alla gamma Prius.

Rispetto al 2016 l’azienda Toyota ha riscontrato un aumento delle vendite ibride, riferite al 2017 appena concluso, pari al 71% in più rispetto ai periodi precedenti di adesione agli acquisti.

La Toyota ha immesso sul mercato modelli automobilistici come Yaris, Auris e RAV4, in linea con il rispetto dell’ambiente. L’obiettivo finale dell’azienda giapponese è quello di ridurre al minimo le emissioni di polveri sottili e degli ossidi di azoto.

Le produzioni delle vetture a diesel sono state interrotte, eccetto alcuni modelli ancora disponibili, come Hilux, Land Cruiser e Proace, fuoristrada e vetture industriali.

Anche dal punto di vista delle limitazioni precedenti, riferite all’autonomia dei chilometri percorribili tramite motore elettrico, sono state compiute sostanziali migliorie sulla scia dell’azienda Tesla, in grado di muoversi a grandi distanze prima di necessitare di una nuova ricarica.

Le vetture elettriche sono comparse già nella prima metà dell’Ottocento grazie alla realizzazione della carrozza elettrica realizzata da Robert Anderson, tra il 1832 ed il 1839, mentre il primo prototipo evoluto di autovettura fu realizzato  dal britannico Thomas Parker nel 1884 nonostante il modello  Flocken Elektrowagen, ad opera del tedesco Andreas Flocken nel 1888, considerato come l’inventore odierno delle vetture elettriche.

Il futuro delle automobili sembra essere destinato esclusivamente alla realizzazione di modelli eco-sostenibili, nel rispetto della salute e dell’ambiente.