Esauriente Tecnologia Strava: l’App fitness che ha rivelato le basi militari segrete

Strava: l’App fitness che ha rivelato le basi militari segrete

Strava l'App fitness che ha rivelato le basi militari segrete

L’applicazione Strava, ampiamente utilizzata dagli sportivi corridori e ciclisti, ha rivelato la presenza delle basi militari segrete. Dati top secret per l’appunto che non dovevano essere resi accessibili ai comuni civili.

A rilasciare una serie di dati sono stati gli utenti militari e i soldati, in corrispondenza dei percorsi registrati, delle abitudini legate anche alle proprie sedi di lavoro.

Nel mese di novembre scorso il sito ufficiale dell’applicazione Strava ha così pubblicato una mappa di calore specifica integrante oltre un miliardo di attività associate ad una distanza di ben 27 miliardi di chilometri e 10 terabyte di dati raw.

A notare i percorsi verso le basi militari segrete che non sarebbero dovute essere registrate all’interno della mappa di Strava è stato Nathan Ruser, uno studente di sicurezza internazionale all’Australian National University, il quale ha evidenziato i percorsi eseguiti dalla Sicurezza Nazionale da parte dei militari e soldati impiegati al suo interno.

Riportato anche su The Register, l’applicazione Stresa, ha riportato il percorso di allenamento eseguito nei pressi dell’aerea segreta di Pine Gap differenziandosi dal punto già tracciabile attraverso Google Earth, evidenziando un nuovo punto segreto del pecorso.

L’applicazione Strava consente a qualsiasi dispositivo mobile Android e iOS di assumere la funzionalità di un computer elaborando ogni dato utile durante l’attività sportiva dal GPS al cardiofrequenzimetro. Ogni singolo utente può tuttavia modificare le impostazioni del servizio al fine di mantenere “segreti” alcuni specifici percorsi scelti per non essere condivisi con gli altri utenti utilizzatori del servizio.

Il limite può essere impostato in un raggio pari ad un chilometro per il quale il percorso viene completamente reso invisibile al resto degli utenti, salvaguardando in questo modo la propria residenza, la sede del proprio impiego di lavoro, e via elencando.

Ogni applicazione fitness risulta tracciare il percorso degli utenti senza però rendere pubblici i dati sensibili come Strava invece. “Attivando beacon potrai condividere la tua posizione in tempo reale con il tuo amico, partner, genitore, coach, domestico, analista, cane molto intelligente, chiunque abbastanza attento a sostenerti in un’emergenza” recita lo slogan dell’app Strava.