Esauriente Tecnologia Sky trasmesso in streaming?

Sky trasmesso in streaming?

Sky trasmesso in streaming

Anche Sky sembra essersi soffermato sulla necessità di offrire un servizio streaming ai propri clienti sotto abbonamento come evidenziato dalle recenti indiscrezioni. La pay-tv satellitare Sky sembrerebbe avere in progetto una piattaforma che potrebbe aggiungersi al classico abbonamento direttamente online e senza parabola sulla scia di Amazon Video e Netflix.

La nuova proposta di Sky non si assocerebbe in alcun modo agli attuali servizi proposti con Sky Now e Sky Go. La nuova versione streaming sarà proposta a tutti gli utenti che decideranno di optare per il servizio online direttamente dal proprio computer in alternativa alla parabola classica.

I dettagli della nuova iniziativa in streaming non sono stati ancora chiariti del tutto da parte della compagnia Sky ma il servizio in streaming potrebbe essere offerto proprio come una delle alternative già presenti all’abbonamento più classico della pay-tv satellitare.

Tutti i clienti abbonati che decideranno di aderire all’assenza della parabola dovranno disporre di un computer e di un servizio internet tramite connessione banda ultralarga su fibra ottica, oltre ad un nuovo speciale decoder da connettere sia al televisore che al Pc.

Tramite la connettività FTTC e FTTH il servizio di streaming Sky potrà essere utilizzato da un numero ampio di utenti, mentre nel corso dei prossimi mesi si preannunciano conferme ufficiali da parte dell’erogazione del nuovo servizio streaming.

L’azienda Sky contrasterà in tal modo i rivali della concorrenza attualmente presente sul mercato che ha sottratto alla pay-tv un gran numero di abbonati. Basti pensare alla piattaforma resa disponibile dai servizi Netflix e dall’approvazione ottenuta da un gran numero di utenti sempre più indirizzati sulle soluzioni in streaming online.

Per quanto la notizia risulti semi-fondata il nuovo servizio di Sky potrebbe approdare sul mercato digitale entro il termine di questo 2018.

“Sky sta solo pensando di affiancare alla già presente visione via antenna la possibilità di vedere i suoi canali via internet. Rumori ha detto che non c’è una data certa, che di sicuro non succederà entro luglio e che non è detto che succeda entro il 2018 perché è tutto ancora in fase di studio e, per ora, «collocare la cosa nel tempo è infattibile” ha spiegato Gianluca Rumori al Post.