Serie TV Consigliata, le più belle da vedere

Molto spesso guardiamo la televisione in modo superficiale e senza attenzione, spaziando da uno zapping compulsivo fino allo spegnimento stesso del mezzo televisivo, con sempre più canali e sempre meno tempo per seguire attentamente i film e i telefilm presenti. Questo non è il caso delle serie Tv che catalizzano attentamente l’attenzione, appassionano e annoverano vere e propria fila di fan scatenati nelle fiere specializzate e negli eventi presenti sul territorio; molte persone utilizzano il Cosplay, parola formata dalla fusione dei termini inglesi “costume” e “play” vestendosi da personaggi immaginari dei fumetti e/o delle serie Tv copiandone fattezze e comportamenti.

Una breve descrizione delle maggiori serie Tv consigliate e viste da tutti, darà un’infarinatura a chi voglia iniziare questo percorso (senza ritorno n.d.r.) e chi, viceversa, voglia comunque sapere di cosa si tratta, scegliendo poi di seguire o no le puntate in streaming o in tv.

Se ci trovassimo a colloquiare con i nostri colleghi o con gli amici, sarebbe assolutamente intollerabile non sapere nemmeno di cosa stiano parlando nel caso di un telefilm o una serie televisiva; nell’epoca di Netflix e di canali i cui clienti sono direttamente i produttori di serie Tv è indispensabile conoscere le maggiori per avere argomenti di conversazione e non sentirsi tagliati fuori dalla socializzazione.

Di seguito descriveremo brevemente le serie televisive di maggior successo sia per invogliare il lettore alla visione della stessa, sia per indirizzare l’attenzione di chi non è avvezzo all’argomento, per consentire la scelta consapevole di ciò che possa piacere o no, di ciò che sia attinente alle nostre caratteristiche e ai nostri gusti.

 

Breaking Bad

Breaking Bad, ad esempio, è una di quelle sceneggiature moderne sulla falsa riga di Dexter, il serial killer il cui target seriale era rappresentato proprio dai serial killer. Walter White, infatti, è un protagonista-eroe non proprio conforme a quello che ci hanno  insegnato. Insegnante di chimica in una scuola americana, gli viene diagnosticato un cancro ai polmoni in fase terminale e si vede cadere il mondo addosso.

La sua famiglia, infatti, è costituita da una moglie disoccupata e soprattutto un figlio disabile di cui dovrebbe prendersi cura. Per ovviare alla condizione che lo vede morente, decide di dedicarsi alla produzione di metanfetamina insieme all’ex studente Jessie Pinkman in modo da garantire una rendita a vita alla propria famiglia al momento del suo trapasso. All’interno della serie comparirà l’antagonista principale, Tuco il messicano e i suoi familiari chiaramente interessati all’attività dell’anacronistico duo; sarà poi perseguito dalla DEA, l’ente americano anti droga con la serie che terminerà con un finale tragico.

 

Twin Peaks

Twin Peaks fu una serie cult degli anni 90 con puntate in prima serata e un’atmosfera coinvolgente nello spettatore incollato alla televisione. Al tempo non esisteva ancora internet come lo conosciamo ora, ma questa sequela di puntate ebbe un notevole successo di pubblico. La trama prevedeva un omicidio, quello di Laura Palmer, ritrovata sulla spiaggia avvolta in un telo di plastica. Questo evento, in una piccola cittadina, chiaramente sconvolse il ritmo di tutti gli abitanti.

La protagonista, l’agente Cooper, arrivò nella cittadina di Twin Peaks, chiamata per le indagini sull’omicidio e, parlando con i bizzarri abitanti della cittadina, tra i quali la Signora Ceppo, scoprirà l’esistenza di un qualcosa di soprannaturale. Figura personificata da BoB, legata indissolubilmente alla comunità locale e all’omicidio di Laura. Le prime due stagioni, come accennato, furono trasmesse negli anni 90, grazie all’idea e al soggetto di David Lynch e Mark Frost, sulla falsa riga di un’altra serie cult del momento, X-Files. Dato il successo della serie e la complessità della trama soprannaturale, questa fu ripresa nel 2017 mandando in onda una produzione Revival dopo il finale burrascoso della seconda stagione.

 

Lost

Un’isola deserta, un volo sperduto nel tempo e nello spazio. E’ questa la trama di Lost, i novelli Crusoe che approdano su questo territorio e trovano forze misteriose ad attenderli. Questa serie ha avuto un successo incredibile, rappresentato dalle 6 stagioni proiettate negli anni 2004-2010 e i 114 episodi trasmessi da ABC in lingua originale (poi in Italia su Rai Due). I superstiti scopriranno di non essere soli, ma ritroveranno anche i passeggeri dell’altra metà dell’aereo spezzatosi in volo durante l’atteraggio; in seguito altre figure già presenti in loco appariranno, compresi animali dimenticati e impossibili da ritrovare in un posto tropicale, ad esempio gli orsi polari.

Gli sceneggiatori troveranno poi difficoltà nello scrivere sempre storie nuove e la serie prenderà una piega piuttosto complicata; i superstiti scapperanno da questa grazie a una barca per poi ritornarci in seguito, andare via di nuovo e ritornare, il tutto condito da nuove avventure e numerosi colpi di scena. Per gli amanti del genere sicuramente un non plus ultra seppur simile ad altre serie tv derivanti sempre dal romanzo di Sir Arthur Conan Doyle, The Lost World(dal quale è stata prodotta l’omonima serie).  All’interno di Lost appaiono continuamente numeri apparentemente insignificanti: 4,8,15,16,23,42; questi appartengono alla famosa equazione di Valenzetti che dovrebbe, secondo gli autori, predire l’estinzione del genere umano.

 

The Wire

The Wire è, invece, un poliziesco localizzato nella cittadina di Baltimora in cui Jimmy McNuity, insieme al suo team,tenta di incriminare i membri di una famiglia malavitosa locale, i Barksdale. Prima si tenta di fermare il traffico di droga in mano a questi soggetti, poi si cerca di fermare la corruzione del porto in cui molti funzionari chiudono gli occhi in cambio di denaro. Jimmy si troverà di fronte a un muro altissimo, un sistema nel quale la criminalità controlla gran parte dell’amministrazione cittadina, il sistema scolastico e addirittura i media. Questa battaglia contro i Barksdale, alla pari di altre famiglie famosissime nelle serie Tv, occuperà ben 5 stagioni televisive attraverso numerosi scontri nei quali usciranno solo feriti e mai vincitori.

 

Game of Thrones

Game of Thrones, in italiano Il Trono di Spade, è una serie fantasy famosissima di cui esistono anche numerose parodie. Nata come adattamento televisivo del ciclo di romanzi Cronache del ghiaccio e del fuoco (A Song of Ice and Fire) di George R. R. Martin, la serie racconta le gesta di molti personaggi presenti in un immaginario mondo costituito da due soli continenti, il Westeros e l’Essos. La trama principale è chiaramente caratterizzata dalla lotta per occupare il cosiddetto Trono di Spade dei Sette Regni, sia essa una battaglia sul campo o un gioco di potere politico, religioso, economico fatto d’intrighi e congiure.

All’inizio della serie, esseri inanimati, i cosiddetti non morti chiamati in questo caso Estranei, si trovano ad assaltare Westeros, approfittando degli scontri tra gli abitanti della regione, tra i quali citiamo i Lannister (esseri incestuosi, viscidi, ignobili che mirano solo al potere), gli Stark (i paladini, gli eroi della situazione), i Tyrell (opportunisti) e i malvagi Bolton. Nell’altro continente, invece, Daenerys Targaryen, ultima della stirpe con diritto di occupare il trono, parte alla conquista di tutto il mondo, cercando di tornare sul posto che le spetta. Intanto, oltre i non morti, l’inverno porta con sé la rinascita di creature leggendarie credute scomparse e forze del male sempre più opprimenti e pressanti in un susseguirsi di scontri e battaglie davvero interessanti per gli amanti del genere fantasy.

Il trono di spade ha avuto un numeroso numero di spettatori arrivando a record mai raggiunti prima e un fandom, persone che condividono un interesse accomunate da una passione unica in modo attivo, internazionale. In onda dal 2011 e giunto all’ottava stagione, siamo in fase di conclusione quindi v’invitiamo a seguire il genere se si confà ai vostri gusti.

 

Mad Men

Mad Men, invece, è un’altra serie Tv ambientata a New York negli anni 60, quelli in cui ritroviamo numerosi film di successo americani. In questo caso i protagonisti sono alcuni pubblicitari che operano per l’agenzia pubblicitaria Sterling & Cooper (chiara assonanza con Standard & Poors) e in via principale il sui direttore creativo, Don Draper.

La sceneggiatura tratta eventi concomitanti del periodo e analizza l’influenza di questi sulle vite dei protagonisti; ritroviamo la campagna presidenziale tra Nixon e Kennedy, la Crisi dei missili di Cuba, l’assassinio dei John Fitzgerald Kennedy a Dallas nel 1963, le lotte per i diritti agli afroamericani e l’allunaggio del 1969, a chiusura del ciclo.

 

The Walking Dead

The Walking Dead è una serie Tv statunitense prodotta dal 2010 e tuttora in onda. Basata sull’omonima serie a fumetti, tratta della vita di Rick Grimes, vice sceriffo che in seguito a uno scontro a fuoco finisce in coma per un colpo alla schiena. Al suo risveglio, scopre un ospedale distrutto e pieno zeppo di cadaveri, comprendendo che un ipotetico virus ritenuto controllato prima del suo coma, è in realtà sfuggito al controllo delle autorità contagiando gran parte degli abitanti. Il virus è capace di risvegliare i morti, così come accade nella letteratura classica e nella concezione tipica dello zombie, che poi attaccano i vivi cercando di infettarli e di mangiarli. Il vice sceriffo cercherà altri superstiti combattendo con tutte le sue forze queste entità e nei boschi ritroverà anche la propria famiglia e il suo migliore amico, Shane.

Attraverso prigioni puzzolenti e abbandonate, il protagonista brandirà anche mazze ferrate e scoprirà presto che i nemici non sono solo i non morti, ma spesso coincidono con gli esseri umani stessi che lottano per la propria sopravvivenza.  Trama chiaramente molto simile all’iconografia classica presente in videogiochi come Resident Evil nel quale l’Umbrella Corporation crea questo virus che rende i viventi dei non morti assetati di sangue.

 

How I Met Your Mother

How I Met Your Mother, in italiano “E adesso arriva Mamma” è una sit com sulla falsa riga di Friends nella quale si parla di questi cinque amici(Ted, Barney, Robin, Lili e Marshall) e dei loro rapporti con il fil rouge del protagonista alla ricerca della sua anima gemella. L’intera serie è in realtà un enorme flashback del protagonista chiave, Ted, il quale racconta ai suoi due figli adolescenti come è riuscito a incontrare la loro madre e come sia avvenuto l’innamoramento.

La serie è stata contraddistinta da ben 9 stagioni nelle quali i protagonisti hanno vissuto molteplici avventure e rapporti più o meno seri con donne e uomini estranei al gruppo. Nella New York degli anni 2000, Barney rappresenta il classico latin lover tronfio e pieno di sé con varie tecniche di approccio (molto simile a Glenn Quagmire dei Griffin) descritte anche in un manuale disponibile fisicamente all’acquisto, Robin è una giornalista divisa tra la carriera e l’amore mentre Lili e Mashall sono una delle coppie più belle e di successo di tutte le sit-com.

Site Footer

Questo sito fa uso dei cookie, anche di terze parti, per garantire ai suoi utenti un'esperienza di uso ottimale. Continuare nella navigazione (scroll, click, ...) equivale all'accettazione dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi