Esauriente Economia Scuola, festività, ponti e scioperi: si rischiano dieci giorni lontani dai banchi

Scuola, festività, ponti e scioperi: si rischiano dieci giorni lontani dai banchi

Scuola, festività, ponti e scioperi si rischiano dieci giorni lontani dai banchi

L’arrivo della primavera 2018 porta con sé due ponti relativamente importanti, comprese le assenze dai giorni di scuola per gli studenti che rischiano di trasformarsi in una decina di mancate lezioni.

La festività del 25 aprile consentirà difatti, ai dipendenti che potranno, di prendersi un periodo di ferie pari a circa undici giorni dichiarandone soltanto cinque.

A seconda dei diversi istituti scolastici e territori si prevederanno giorni di assenza alterni e differenti suddivisi in: dal 21 al 25 aprile, dal 21 direttamente al ponte del 1 maggio. A condizionare la scelta dei vari istituti scolastici sarà anche la decisa regola aurea la quale prevede l’obbligo di almeno 200 ore di lezione complessive all’interno dell’arco dell’anno scolastico.

Tra il 2 e il 3 maggio inoltre diversi insegnanti prevedono di aderire anche allo sciopero generale, mentre alla totalità delle lezioni mancate si andranno ad aggiungere anche le gite fuori sede previste nelle diverse scuole. Lo sciopero del 2 e 3 maggio prevederà la protesta dei diplomati magistrali esclusi dalle Gae, Graduatorie a esaurimento.

Gli stessi studenti, a seconda delle decisioni del corpo docente e degli istituti, potrebbero quindi rimanere a casa per un periodo di dieci giorni.