Esauriente Attualità Salvini-Tria, l’accordo sulla Flat Tax

Salvini-Tria, l’accordo sulla Flat Tax

Salvini-Tria, l'accordo sulla Flat Tax

Il vicepresidente del Consiglio Matteo Salvini e il ministro dell’Economia Giovanni Tria hanno chiarito attraverso una nota ufficiale l’assenza di uno stato presunto di caos in merito alle regolamentazioni della Flat Tax.

Nel corso della mattinata di ieri il ministro dell’Economia Giovanni Tria ha così evidenziato i 600 milioni di euro nel 2019 e 1,8 miliardi nel 2020, mentre il ministro degli Interni Matteo Salvini 1,7 miliardi di euro.

All’interno della nota si legge: “Dicono la stessa cosa e le stesse cifre con una prospettiva diversa. Le risorse stanziate sono quelle dette da Tria cioè 600 milioni nel 2019, 1,8 miliardi nel 2020 e 2,3 miliardi nel 2021: in totale a regime ci sono 1,7 miliardi all’anno come sostiene Salvini. Nel triennio abbasseremo le tasse con una media annuale stimabile in 1,7 miliardi di euro”.

La differenza riferita in un anno sarà attribuita al taglio di imposizione fiscale Irpef, ovvero al saldo e all’acconto,  alla contabilizzazione a valere sui conti pubblici.

Il vicepresidente del Consiglio Matteo Salvini e il ministro dell’Economia Giovanni Tria hanno così chiarito ufficialmente l’assenza di problematiche legate al caos descritto dai media in precedenza.

L’agenzia di rating Fitch aveva in precedenza evidenziato: “Vediamo rischi considerevoli per i target della Manovra, specie dopo il 2019, Non  ci aspettiamo che questo scenario porti il governo a cambiare in modo notevole il target del deficit 2019.

Il governo vede opportunità politiche nell’attaccare le regole fiscali Ue, specialmente in vista delle elezioni parlamentari europee del prossimo maggio. Il rischio di un aumento della volatilità sui mercati finanziari agirà come il principale freno al grado di espansione fiscale”.

Il ministro degli Interni Matteo Salvini ha così risposto: “Gli imprenditori che fanno impresa, non qualche burocrate in qualche ufficio, ci ha detto che superando la legge Fornero si creeranno decine di migliaia di posti di lavoro. Questa è la promozione che mi interessa: che coloro che fanno impresa garantiscono migliaia di assunzioni nei prossimi mesi”.