Esauriente Salute Salute orale: i soggetti più poveri presentano fino a 8 denti in...

Salute orale: i soggetti più poveri presentano fino a 8 denti in meno

Salute orale i soggetti più poveri presentano fino a 8 denti in meno

La salute orale è stata oggetto del 25esimo Congresso nazionale del Collegio dei Docenti universitari nelle discipline Odontostomatologiche (Cduo), tenutosi nella giornata del 12 aprile presso la sede del Dipartimento di Scienze Odontostomatologiche e Maxillo-Facciali dell’Università Sapienza di Roma.

Il congresso, allargato sino alla giornata del 14 aprile, presso il Parco dei Principi Grand Hotel, ha posto in rilevanza la drammatica situazione dei soggetti meno abbienti all’interno della popolazione.

Sembrerebbe difatti che i più “poveri” a livello economico, rischino di presentare fino a 8 denti in meno rispetto alla popolazione più abbiente e maggiormente disponibile ad accedere alle cure dentali.

Odiernamente sono state inoltre confermati anche diversi ceppi patogeni responsabili delle diverse infiammazioni del cavo orale, sfocianti in disturbi cardiovascolari, ictus, diabete, patologie tumorali, sindrome di Alzheimer e polmoniti.

Le diverse infezioni sembrerebbero in grado di originare anche una forma tumorale del cavo orale denominata carcinoma a cellule squamose, sotto un’incidenza dell’insorgenza di parodontite cronica in continuo incremento all’interno della popolazione sia maschile che femminile, per un totale di circa 400 mila nuovi casi all’anno.

Tra le altre cause di una disfunzione del microbioma orale si troverebbero anche il fumo di sigaretta, gli eventi stressanti prolungati, determinate terapie farmacologiche, disfunzioni ormonali, un’alimentazione errata.

La salute del cavo orale si trasformerebbe così in una sorta di percentuale di povertà o ricchezza, a differenza delle diverse disponibilità economiche nell’accedere alle cure professionali, nonostante una possibilità di effettuare la maggior parte degli interventi anche presso i dentisti delle varie strutture sanitarie.

L’equilibrio del microbioma orale si focalizza alla base non soltanto della salute dentale ma anche di quella più generale a livello dell’organismo, come una vera e propria sentinella diagnostica nel caso dell’insorgere di determinate malattie e disturbi.

Enrico Gherlone, presidente del Cduo e primario dell’Unità Operativa Complessa di Odontoiatria dell’Ospedale San Raffaele di Milano, ha sottolineato: “La salute orale non può mai essere messa in disparte dalla salute generale poiché queste sono in una relazione bidirezionale. Eppure, l’Italia è al terzultimo posto per le cure odontoiatriche e l’assistenza odontoiatrica pubblica”.