Reddito di Cittadinanza: a chi spetta



A quali soggetti spetterà il Reddito di Cittadinanza secondo quanto previsto dalla Maovra approvata? La misura sarà erogata alle categorie più bisognose, sotto restrizioni particolari per i soggetti stranieri con residenza all’interno del paese italiano, senza conoscere ancora le modalità specifiche dettagliate di richiesta.

Il Reddito di Cittadinanza potrà essere richiesto dai cittadini italiani o comunitari con diritto di soggiorno o di paesi extracomunitari con permesso di soggiorno di lungo periodo, sotto un valore massimo Isee di 9.360 euro.

Il Reddito di Cittadinanza terrà conto anche del  valore del reddito familiare che dovrà essere inferiore alla soglia di 6.000 euro annui, per i single, 0,4 per ogni componente maggiorenne e 0,2 per ogni minore con un massimo di 2,1, quindi 12.600 euro.

Il Reddito di Cittadinanza, in caso di approvazione della domanda, sarà erogato per 18 mensilità sotto rinnovo di un mese come tempo di attesa, a differenza del Rei per il quale si dovrà attendere un rinnovo dopo sei mesi.



Sia il Rei che il Reddito di Cittadinanza prevedono l’attivazione di un progetto a coinvolgimento  di tutto il nucleo familiare per la ricerca del lavoro e per lo studio nel caso dei componenti minori presenti. Ancora da chiarire risulta essere lo sportello specifico al quale fare domanda per l’assegnazione del Reddito di Cittadinanza.

Il Reddito di Cittadinanza comporterà inoltre la disponibilità del soggetto a 8 ore di lavoro settimanale per progetti all’interno del comune di residenza, non richieste invece per l’assegnazione del Rei.

Stando ai dati raccolti dall’ente dell’Inps, riferiti alla mensilità precedente di settembre, le famiglie alle quali era stato assegnato il reddito di inclusione si sono attestate a 378 mila nuclei, coinvolgendo  1,1 milioni di persone circa.

All’interno della bozza del provvedimento è stata ipotizzata una statistica di 1.375.000 famiglie, 200 mila persone delle quali risultanti straniere sotto regolarità di residenza e permesso di soggiorno all’interno del paese italiano.