Purezza Diamanti, come si calcola e quanto incide sul valore

Purezza Diamanti, come si calcola e quanto incide sul valore

Il diamante è una pietra che durante la sua formazione può includere o meno alcune imperfezioni o inclusioni, alcune più visibili di altre.

Maggiore sarà il numero delle inclusioni o delle imperfezioni e minore sarà il grado di purezza del diamante. Di conseguenza, meno saranno le imperfezioni e le inclusioni visibili e maggiore sarà il grado di purezza del diamante.

Un pò come le monete da collezione, che vengono classificate in base alla loro rarità e al loro stato di conservazione, anche per i diamanti esiste una classificazione che viene assegnata tramite delle sigle. Vediamola nel prossimo paragrafo.

Grado Purezza Diamanti

Per capire quanto un diamante è puro i gemmologi utilizzano una scala di classificazione chiamata GIA, ideata dal Gemological Institute of America. Questa scala viene utilizzata come riferimento del settore in tutto il mondo.

FL: è la sigla che indica un diamante perfetto. Solo due diamanti su cento rientrano in questa classificazione.

IF: con questa sigla vengono classificati i diamanti che si avvicinano molto alla perfezione ma hanno qualche piccola imperfezione. Le imperfezioni sono talmente piccole che non si vedono ad occhio nudo, servirà un ingrandimento a 10x per notarle.

VVS: è una sigla che indica delle piccole inclusioni, difficili da notare perchè davvero piccole (VVS sta per Very Very Small). Solo gli esperti del settore riescono ad individuare tali piccole imperfezioni. Si suddivide in VVS1 e VVS2 in base al numero di inclusioni individuate.

VS: si tratta di diamanti con piccole imperfezioni che comunque non si riescono a vedere ad occhio nudo. Esistono delle sottocategorie indicate con VS1 e VS2.

SI: con questa classificazione si indicano i diamanti che hanno alcune piccole imperfezioni visibili anche ad occhio nudo esaminando la pietra con attenzione. Anche qui sono presenti due sottocategorie, SI1 e SI2.

I: ci sono delle imperfezioni che si notano subito, a volte il diamante potrebbe addirittura non essere trasparente.

 

E’ bene ricordare che alcune piccole imperfezioni vanno a dimostrare che il diamante sia genuino e non costruito in maniera artificiosa ma troppe imperfezioni potrebbero rendere “brutto” il diamante andandone quindi a sminuirne il valore economico.

Quando i gemmologi valutano la purezza di un diamante si avvalgono non solo della scala GIA ma anche di un microscopio per permette di ingrandire le immagini sino a 10 volte. Solo in questo modo è possibile vedere i difetti più piccoli che possono fare la differenza tra un diamante classificato come FL e IF o VVS.

Quanto la Purezza incide sul Prezzo del Diamante

La purezza di un diamante incide tantissimo sul suo valore. Una pietra perfetta avrà sicuramente un valore molto più alto di una con inclusioni o imperfezioni.

Se si decide di investire sui diamanti e acquistare quindi dei diamanti da investimento conviene puntare sempre a quelli classificati come categoria più alta o comunque almeno a quei diamanti che non presentano imperfezioni visibili ad occhio nudo.

Site Footer

Questo sito fa uso dei cookie, anche di terze parti, per garantire ai suoi utenti un'esperienza di uso ottimale. Continuare nella navigazione (scroll, click, ...) equivale all'accettazione dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi