Esauriente Intrattenimento Nadia Toffa: “Io non ho paura di niente e ho scoperto che...

Nadia Toffa: “Io non ho paura di niente e ho scoperto che non ho paura neppure di morire”

Nadia Toffa Io non ho paura di niente e ho scoperto che non ho paura neppure di morire

La conduttrice Nadia Toffa del programma Le Iene, a seguito della vicenda che ha lasciato tutti i suoi fan con il fiato sospeso per il malore accusato a Trieste all’interno della stanza d’hotel, sembra essersi totalmente ripresa, raccontando a Verissimo l’esperienza attraversata.

“Io non ho paura di niente e ho scoperto che non ho paura neppure di morire. Ho avuto solo paura per i miei genitori, le mie sorelle, i miei amici perché non erano pronti a perdermi. I miei genitori in rianimazione cercavano di darmi sicurezza, di tranquillizzarmi, ma io capivo che erano preoccupatissimi” ha spiegato Nadia Toffa.

“Sto benissimo, meglio di prima, perché queste cose servono a far rivalutare la vita. Un evento all’apparenza brutto, (i giornali hanno scritto che stavo addirittura morendo), invece, mi ha fatto scorrere ancora di più la vita nelle vene. Non ho mai rischiato di morire, ma finché sei lì in rianimazione e non fanno tutti gli accertamenti, non lo sai. Su suggerimento di un mio collega ho anche pregato, ripetendo le preghiere che sapevo e mi sono ricordata”.

“Mi sento un po’ in colpa perché ho fatto preoccupare tanta gente. Mi sono commossa per i messaggi e le dimostrazioni d’affetto sui social. La gente ha pregato per me e questo mi ha stupita”.

“Torno in diretta a Le Iene dall’11 febbraio. Non vedo l’ora di rivedere tutti” ha inoltre anticipato Nadia. La conduttrice aveva già espresso i suoi personali ringraziamenti durante il periodo delle festività di Natale postando sul social network Facebook: “Ancora una volta voglio ringraziarvi dal profondo del cuore per aver pensato e sperato per la mia salute, lo faccio da qui, sperando che il mio grazie arrivi a tutti voi, assieme al mio augurio più vero e sincero per un sereno Natale.

Penso alle vostre tavole imbandite di cibo con sventagliate di antipasti, primi, panettoni e pandori che al solo pensiero mi viene l’acquolina in bocca, e immagino di essere seduta lì con voi pronta alla tombola dopo mezzanotte. Buone feste a tutti”.