Esauriente Attualità Minniti: “Ritiro la candidatura per salvare il partito”

Minniti: “Ritiro la candidatura per salvare il partito”

L’ex ministro alla segreteria del Pd, Marco Minniti, ha deciso di ritirare la propria candidatura dopo soli 18 giorni in corsa, spiegando: “Quando ho dato la mia disponibilità alla candidatura sulla base dell’appello di tanti sindaci e di molti militanti che mi hanno incoraggiato e che io ringrazio moltissimo, quella scelta poggiava su due obiettivi: unire il più possibile il nostro partito e rafforzarlo per costruire un’alternativa al governo nazionalpopulista” come si legge dal quotidiano La Repubblica.

“Resto convinto in modo irrinunciabile che il congresso ci debba consegnare una leadership forte e legittimata dalle primarie. Ho però constatato che tutto questo con così tanti candidati potrebbe non accadere. Il mio è un gesto d’amore verso il partito.

Si è semplicemente appalesato il rischio che nessuno dei candidati raggiunga il 51 per cento. E allora arrivare così al congresso dopo uno anno dalla sconfitta del 4 marzo, dopo alcune probabili elezioni regionali e poco prima delle europee, sarebbe un disastro. La mia decisione è indipendente dall’affetto politico che si è manifestato. Io ero in campo per difendere il nucleo riformista del PD e arrivare ad un esito legittimante. Il resto non esiste”.