Esauriente Salute Mal di schiena: le strategie per combatterlo

Mal di schiena: le strategie per combatterlo

Mal di schiena le strategie per combatterlo

Il mal di schiena rappresenta uno dei disturbi più diffusi all’interno della popolazione mondiale, senza alcuna distinzione di sesso ed età. A seconda delle varie origini si dovranno attuare strategie differenti per contrastare l’azione del corredo sintomatico, richiedendo nella più serie delle gravità l’intervento e il supporto del proprio medico curante.

Come affermato nelle righe precedenti il mal di schiena assume un’origine multifunzionale dovuta a diverse cause, da una postura scorretta, ad un’attività logorante professionale, sino a comprendere diverse patologie specifiche.

Nella totalità si possono contare sino a diverse ottocento cause sfocianti in un mal di schiena dalla forma più lieve a quella maggiormente croniche e critica. A livello preventivo si dovranno assumere una postura corretta, mentre in forma secondaria ci si dovrà preoccupare di seguire un intervento correttivo, affidandosi alla guida di fisioterapisti e medici.

In diversi casi si rivela sufficiente una doccia calda per rilassare lo stato dei muscoli e provocare un’immediata sensazione di sollievo, soprattutto in presenza di una rigidità causata dal periodo di riposo durante il sonno.

In tal caso la scelta delle reti e del materasso potrà prevenire efficacemente il mal di schiena originato dalla rigidità muscolare. La posizione ideale per prevenire il mal di schiena dipende dalla postura ma soprattutto dalla fisionomia dei diversi soggetti.

Cause come sovrappeso e obesità possono incidere notevolmente sullo stato del mal di schiena, soprattutto in presenza di un’età avanzata e del corredo sintomatico di vari acciacchi. Il dolore tuttavia può dipendere anche da cause psicologiche ed eventi stressanti e traumi.

Una corretta attività fisica risulta spesso in grado di alleviare i sintomi del dolore alla schiena, mentre le diverse terapie farmacologiche saranno prescritte dal proprio medico curante in presenza di determinati disturbi a livello patologico.

Il movimento fisico dovrà essere attentamente valutato al fine di non provocare un peggioramento a carico del dolore alla schiena, eseguendo alcuni movimenti di allungamento e rafforzamento al fine di migliorare il tono e l’elasticità muscolare dell’area.