Esauriente Salute Legionella: l’infezione portata dall’acqua

Legionella: l’infezione portata dall’acqua

Legionella l'infezione portata dall'acqua

La Malattia del Legionario, denominata anche Legionella, consiste in un’infezione causata da un batterio che ha provocato la morte di ben quattro persone nel milanese all’interno delle settimane scorse.

Il batterio Legionella pneumophila è in grado di causare un’infezione polmonare, contraibile presso gli ambienti acquatici naturali e artificiali, acquisita per via respiratoria tramite inalazione, microaspirazione tramite aerosol e aspirazione.

I soggetti più a rischio risultano essere gli anziani, i fumatori, i soggetti affetti da patologie autoimmuni, malattie croniche, con un tasso di mortalità dal 40-80% nei pazienti immunodepressi non trattati, dal 5-30% in tutti i casi di mancato trattamento a contrasto dell’infezione.

I sintomi possono presentarsi da 2 a 10 giorni a seguito del contagio tramite polmonite infettiva, mentre nei casi più gravi si aggiungono febbre, cianosi, tosse, insufficienza respiratoria, insufficienza renale, porpora trombocitopenica, shock, coagulazione intravasale disseminata.

Le terapie prevedono una prescrizione antibiotica, mentre gli impianti dovranno riportare un corretto un riscaldamento dell’acqua oppure della sua nebulizzazione, una costante e periodica manutenzione e disinfezione.