Esauriente Salute Le sostanze tossiche del fumo: arrivano anche nei locali dove è esposto...

Le sostanze tossiche del fumo: arrivano anche nei locali dove è esposto il divieto

Le sostanze tossiche del fumo arrivano anche nei locali dove è esposto il divieto

Una ricerca ha posto alla luce le criticità dovute alle sostanze tossiche del fumo presenti anche all’interno dei locali dove si trovano espressamente posti i relativi divieti per legge.

Il fumo è in grado di nuocere non soltanto ai fumatori più accaniti ma anche ai soggetti presenti intorno alle vicinanze del rilascio delle sostanze tossiche, attraverso il fumo passivo inalato in corrispondenza dei fumatori.

Meno conosciute sono invece le conseguenze tossiche delle sostanze rilasciate dal fumo di sigaretta presenti all’interno di una stanza, attraverso un corredo in grado di permanere nell’aria e di protrarsi anche per diversi anni, comprendendo persino gli arredi.

Alcune delle sostanze prodotte dalle sigarette si mescolerebbero così all’ossigeno presente nell’aria scatenando dei veri e propri fenomeni tossici. Allo stesso tempo anche i locali pubblici non si ritrovano esuli dal rischio delle conseguenze tossiche presenti all’interno.

L’ultima ricerca condotta dalla Derexel University ha dimostrato come gli effetti nocivi del fumo siano in grado di protrarsi per anni all’interno dei locali, trovandosi in ogni luogo dove in passato si sono soffermati i fumatori di sigarette.

Gli studi pubblicati su Science Advances hanno dimostrato l’effettiva pericolosità delle tossine rilasciate dal fumo di sigaretta, come sottolineato da Michael Waring, professore associato del Drexel’s College of Engineering.

Lo stesso ha difatti spiegato: “Mentre molte aree pubbliche hanno restrizioni sul fumo, inclusa la distanza dalle porte, edifici in cui non si può fumare e persino il divieto di fumare nel campus per alcune università, queste limitazioni al fumo spesso servono solo a proteggere le popolazioni di non fumatori dall’esposizione al fumo passivo”.

I pericoli per la salute possono così presentarsi anche a distanza di anni richiedendo l’impiego di un depuratore specifico al fine di poter ripulire l’aria da tutti gli eventuali residui rimasti presenti all’interno di una stanza o di un locale.

In merito alle odierne scoperte il team di ricerca ha inoltre evidenziato: “Molte persone si aspettano di essere esposte agli scarichi delle auto o ad altre sostanze chimiche a basse concentrazioni quando sono fuori casa, tendono quindi a pensare di sfuggire a tutto ciò quando si trovano al chiuso. Capire che siamo costantemente esposti a queste sostanze chimiche, anche nei nostri luoghi di lavoro, è una sfida da comunicare alla popolazione generale”.