Le pericolose pareti dell’Apple Park

All’interno del nuovo quartier generale di Cupertino, denominato Apple Park, costato la bellezza di 5 miliardi di dollari, sono state integrate pareti invisibili estremamente pericolose per i dipendenti che continuano a sbattervi contro.

Il design dell’Apple Park si presenta odiernamente come uno degli sbagli più rinomati di sempre in campo design, nonostante la curiosità alla base della realizzazione di un’opera ufficiale come quella situata nel cuore della Silicon Valley. L’edificio circolare è costato 5 miliardi di dollari, progettato sulla base dell’idea dello scomparso Steve Jobs e portato alla realizzazione grazie alla collaborazione con lo studio internazionale Foster + Partners, realizzato in buona parte in vetrate del tutto trasparenti, tra le opere più innovative al mondo.

All’interno dell’Apple Park si sono stabiliti circa 13 dipendenti vittime ogni giorno di incidenti e a rischio della propria incolumità. La struttura e l’abbondanza delle vetrate non sembra difatti consentire al personale dipendente di distinguere una vetrata da un percorso privo di ostacoli. Fino ad oggi si contano almeno tre diverse chiamate al 911 a seguito di incidenti sul lavoro all’interno della struttura di Cupertino, registrando diversi casi di punti di sutura in seguito agli incidenti come riportato sul giornale locale il San Francisco Chronicle.

L’eventualità di tale rischio era stata in parte preannunciata dal costruttore Albert Salvador sotto segnalazione ai vigili del fuoco a causa dell’estensione delle vetrate da terra al soffitto, in assenza di indicazioni o adesivi di riconoscimento. A seguito degli incidenti sono stati applicati alcuni adesivi neri in presenza della vastità delle vetrate. Gli odierni incidenti sono stati inoltre registrazioni in presenza delle pareti ‘pod’, i piccoli spazi interni utilizzati come uffici, interamente in vetro trasparente. Anche in questo caso i dipendenti sono dovuti correrei ai ripari mettendo in sicurezza l’area tramite diverse segnalazioni per mezzo di adesivi, sotto le mancate prese di posizione da parte dello staff interno di Cupertino.

Questo sito fa uso dei cookie, anche di terze parti, per garantire ai suoi utenti un'esperienza di uso ottimale. Continuare nella navigazione (scroll, click, ...) equivale all'accettazione dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi