Esauriente Economia Le 21 domande ai colloqui di lavoro studiate per mettere in difficoltà

Le 21 domande ai colloqui di lavoro studiate per mettere in difficoltà

Avete mai avuto l’impressione, durante un colloquio di lavoro, di ricevere domande studiate appositamente per mettervi in difficoltà? La risposta odierna a tale quesito appare oggi del tutto giustificata e positiva.

Esistono tuttavia alcuni stratagemmi fondamentali grazie ai quali riuscire a raggirare tutti gli ostacoli. “Per scoprire aree che possono riflettere incongruenze, i responsabili delle assunzioni a volte fanno queste domande che mettono in difficoltà” ha rivelato Tina Nicolai, executive coach e fondatrice di Resume Writers ‘Ink.

Ma quali sono le domande a trabocchetto maggiormente utilizzate in sede di colloquio di lavoro? La classifica prevede 21 quesiti tattici, tra i quali configurano domande come ‘Puoi parlarmi di te?’ alla quale si dovrà rispondere cercando di evitare i propri riferimenti privati.

‘Come ti descriveresti in una parola?’ sotto l’obiettivo di ricercare personalità forti in grado di risolvere eventuali problemi imprevisti. ‘Come è questa posizione rispetto alle altre per le quali stai facendo domanda?’; oppure ‘Puoi nominare tre dei tuoi punti di forza e di debolezza?’.

‘Perché vuoi lavorare qui?’; ‘Perché vuoi lasciare il tuo attuale lavoro?’; ‘Di cosa sei più orgoglioso della tua carriera?’; ‘Hai mai considerato di essere un imprenditore?’; ‘Hai mai rubato una penna dal lavoro?’; ‘Con che tipo di capo e collega hai avuto il maggior e il minor numero di successi, e perché?’.

‘Se potessi lavorare per qualsiasi azienda, dove lavoreresti?’; ‘Come definisci il successo?’; ‘Quali rimpianti di carriera hai?’; ‘Perché sei stato licenziato?’; ‘Cosa faresti se vincessi $ 5 milioni domani?’; ‘Ti è mai stato chiesto di compromettere la tua integrità dal tuo supervisore o collega?’; ‘Puoi darci una ragione per cui a qualcuno potrebbe non piacere lavorare con te?’.

‘Perché sei stato senza lavoro per così tanto tempo?’; ‘Parlami di una volta in cui sei stato in disaccordo con una politica aziendale’; ‘Come hai trovato il tempo per questa intervista? Il tuo capo dove pensa che tu sia in questo momento?’; ‘Qual è una situazione difficile che hai capovolto?’.

Alla serie di queste possibili domande ci si potrà preparare preventivamente, cercando di rispondere in modo sempre positivo e corretto, spiazzando la commissione impegnata nella valutazione del colloquio di lavoro.