La rivolta dei pastori in Sardegna



I pastori sardi stanno portando avanti una protesta caratterizzata dal ribasso dei prezzi sull’acquisto del latte, quotata nel maggio del 2018 a 85 centesimi al litro e passata odiernamente a 60 centesimi al litro, sotto un acquisto all’estero dalla Romania a prezzi decisamente più convenienti.



Le manifestazioni stanno bloccando la produzione dei formaggi, gettando il latte per strada anziché cedere al ricatto dei ribassi, destinando il latte ai maiali sotto iniziative disperate da parte dei produttori sardi.