La carezza ‘perfetta’ riduce il dolore nei bambini



In campo medico-scientifico le ultime ricerche si sono concentrate sugli effetti delle carezze nei bambini in presenza di dolori. I ricercatori sono giunti alla conclusione importante di una connessione tra le carezze e la riduzione del dolore avvertito nei bambini e nei neonati.

Le ricerche si sono concentrate sulla velocità esatta attraverso la quale esercitare le carezze perfette al fine di promuovere un effettivo miglioramento sui sintomi del dolore. Le carezze corrette riescono ad attivare, secondo quanto emerso dai recenti studi, neuroni specifici attivabili nel processo di riduzione del dolore anche nei soggetti adulti.

Il team di ricerca della University of Oxford ha pubblicato il nuovo studio sulle carezze all’interno della rivista Current Biology, denominato ‘Stroking modulates noxious-evoked brain activity in human infants’.

Gli scienziati hanno spiegato l’importanza dell’elettroencefalogramma nell’osservazione dell’attività cerebrale in risposta allo stimolo doloroso. Allo stesso modo gli scienziati si sono serviti della stessa analisi per stabilire gli effetti delle carezze all’interno della riduzione del corredo sintomatico doloroso.



Il team di ricerca ha confermato un aumento dell’attività del cervello immediatamente in seguito all’analisi sanguigna. I ricercatori hanno registrato una diminuzione dell’attività cerebrale nei soggetti accarezzati creando una dissociazione tra il movimento degli arti e l’attività cerebrale.

Ma come eseguire una carezza perfetta? Secondo il team di ricerca le specifiche perfette si caratterizzano in una velocità pari a 3 centimetri al secondo, la stessa impiegata a livello inconscio nell’accarezzare i propri figli.

Ma come riesce una carezza a ridurre i sintomi del dolore? La carezza ‘perfetta’ riesce ad attivare neuroni sensoriali sulla pelle chiamati C-tattili, perfettamente in grado di apportare diversi benefici anche in presenza del dolore negli adulti.

La carezza può dimostrarsi a tutti gli effetti un anti-dolorifico ‘naturale’ privo di effetti collaterali, andando a promuovere una riduzione del dolore e un senso di benessere in neonati, bambini e soggetti adulti.