Jason Priestley, Biografia e Filmografia dell’Attore

Jason Priestley, all’anagrafe Jason Bradford Priestley, nasce a Victoria il 28 agosto del 1969, conosciuto odiernamente come un attore e regista canadese naturalizzato statunitense famoso soprattutto per il ruolo di Brandon Walsh nella fiction degli anni Novanta, Beverly Hills 90210.

Nel 1999 Jason Priestley ha partecipato al primo Gumball 3000, guidando una Lotus Esprit, in veste di grande appassionato, mentre nel 2002 è stato vittima di un drammatico incidente che gli ha provocato gravi ferite facciali rischiando persino di perdere l’uso delle gambe durante le Indy Pro Series. Jason Priestley ha collaborato con la band Barenaked Ladies dirigendo alcuni videoclip e un documentario dal titolo Barenaked in America.

Jason Priestley debutta come attore nel 1986 nel film Il ragazzo che sapeva volare, sotto alcune successive apparizioni delle serie tv 21 Jump Street, MacGyver e In viaggio nel tempo. Nel 1990 arriva al successo grazie al ruolo di Brandon Walsh nella serie TV Beverly Hills 90210, interpretato per dieci anni diventando l’idolo di milioni di adolescenti insieme a Luke Perry.

Oltre alla fiction che lo ha reso famoso l’attore prende parte anche a Tombstone, Amore e morte a Long Island, The Eye – Lo sguardo, serie tv come Tru Calling, Le cose che amo di te, Medium e Side Order of Life. Nel 2010 Jason Priestley lavora alla serie tv Call Me Fitz come protagonista, nella serie Haven, nel cast di Private Eyes.

Tra i film con Jason Priestley si ricordano:  Cuore di lupo, regia di Rod Pridy (2002), Fancy Dancing, regia di Brock Simpson (2002), Piccole bugie travestite (Die, Mommie, Die!), regia di Mark Rucker (2003), Darkness Falling, regia di Dominic Shiach (2003), Vado, vedo, vengo – Un viaggio tutte curve, regia di Mark Griffiths (2004), Chicks with Sticks, regia di Kari Skogland (2004), Domino, regia di Tony Scott (2005), Hot Diamonds, regia di Michael Damian (2006).

Made in Brooklyn, regia di Gregory Alosio, Sharon Angela, Jeff Mazzola, Luca Palanca, Joe Tabb (2007), L’isola della paura (Courage), regia di George Erschbamer (2009), The Last Rites of Ransom Pride, regia di Tiller Russell (2010), Enter the Dangerous Mind, regia di Youssef Delara, Victor Teran (2013), Amore e morte a Long Island, regia di Richard Kwietniowski (1997), Hacks, regia di Gary Rosen (1997), The Thin Pink Line, regia di Joe Dietl, Michael Irpino (1998), Dill Scallion, regia di Jordan Brady (1999), Standing on Fishes, regia di Meredith Scott Lynn, Bradford Tatum (1999), The Eye – Lo sguardo, regia di Stephen Elliott (1999), Vite a mano armata, regia di Keoni Waxman (2000).

Zigs, regia di Mars Callahan (2001), Il quarto angelo, regia di John Irvin (2001), Cherish, regia di Finn Taylor (2002), Cover Story, regia di Eric Weston (2002), Il ragazzo che sapeva volare, regia di Nick Castle (1986), Alterazione genetica, regia di Jon Hess (1988), Nowhere to Run, regia di Carl Franklin (1989), La troviamo a Beverly Hills, regia di John Whitesell (1993), Tombstone, regia di George P. Cosmatos (1993), Coldblooded, regia di Wallace Wolodarsky (1995).

Questo sito fa uso dei cookie, anche di terze parti, per garantire ai suoi utenti un'esperienza di uso ottimale. Continuare nella navigazione (scroll, click, ...) equivale all'accettazione dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi