Esauriente Salute Integratori: nessuna certezza sulla utilità terapeutica

Integratori: nessuna certezza sulla utilità terapeutica

Integratori nessuna certezza sulla utilità terapeutica

Gli integratori alimentari, ampiamente utilizzati nel corso degli ultimi anni, pubblicizzati grazie all’attenzione di giornali e televisioni, si discostano dalla formulazione di un farmaco per limitarsi ad una composizione alimentare concentrata, per la quale non occorre generalmente una ricetta medica preventiva all’acquisto.

Le persone che si affidano agli integratori sono progressivamente aumentate a dismisura, registrando un aumento di adesioni concentrato soprattutto nell’ultimo anno, fissato al 6% circa.

Alla base degli integratori si trovano diverse soluzioni e miglioramenti indirizzati al benessere della salute psicofisica, dalla tonicità dei muscoli, al recupero delle energie, a contrasto dei periodi stressanti, al fine di rinforzare lo stato di unghie e capelli e via elencando, il tutto per un ammontare di circa 3 miliardi di euro di introiti registrati.

Gli ultimi dai in merito all’utilizzo degli integratori alimentari sono stati condivisi dalla Federsalus, l’Associazione nazionale produttori e distributore di prodotti salutistici, la quale ha coinvolto diversi esperti al fine di dimostrare l’efficacia o l’inutilità degli stessi.

Nell’arco dell’ultimo ventennio non sono mai state prodotte linee guida in merito alle efficienze dei prodotti integratori, troppo spesso acquistati in autonomia senza un vero e proprio controllo in merito al dosaggio delle rispettive vitamine, sali minerali, ecc.

In presenza di necessità, i prodotti integratori, possono dimostrarsi in grado di interferire positivamente o negativamente all’interno dell’organismo umano, dimostrandosi tuttavia solamente concentrati alimentari, assunti e distribuiti in circa 28 Paesi dell’ Unione Europea.

Secondo quanto emerso gli integratori non si dimostrano in grado di intervenire a livello preventivo di disturbi e patologie, eppure il mercato offre oltre 90 mila tipologie di specie differenti.

All’interno del territorio italiano gli integratori vengono definiti: “prodotti alimentari destinati ad integrare la comune dieta e che costituiscono una fonte concentrata di sostanze nutritive, quali le vitamine e i minerali, o di altre sostanze aventi un effetto nutritivo e fisiologico, in particolare, ma non in via esclusiva, aminoacidi, acidi grassi essenziali, fibre ed estratti di origine vegetale, sia monocomposti che pluricomposti, in forme predosate”.

Gli integratori si limitano all’unico ruolo di integrazione di alcune sostanze all’interno del regime alimentare, senza dimostrare particolari poteri curativi, suddividendosi in prodotti naturali e sintetici, ad azione nulla o inefficace secondo il parere della maggior parte dei medici.