Esauriente Intrattenimento Il processo contro Katy Perry: muore la suora in aula

Il processo contro Katy Perry: muore la suora in aula

Il processo contro Katy Perry muore la suora in aula

La cantante Katy Perry, all’anagrafe Katheryn Elizabeth Hudson, classe 1984, risulta una fra le cantanti più famose e conosciute al mondo sia a livello statunitense che internazionale.

Katy Perry ha esordito nel panorama musicale nel 2001 con l’uscita di un album e un titolo a suo nome. Da quel momento la carriera e la fama di Perry hanno raggiunto e scalato le classifiche internazionali, attraverso una serie di successi incrementati e accumulati nel corso degli anni e delle uscite dei nuovi singoli.

A livello mondiale Katy Perry ha venduto oltre 100 milioni di copie, mentre i riflettori si sono nuovamente ritrovati riflessi sulla sua immagine odierna per motivazioni del tutto differenti.

Una suora è deceduta all’interno dell’aula di Tribunale durante il processo tenutosi contro la cantante. La diatriba legale è nata successivamente all’acquisto di un immobile nella città di Los Angeles, nello specifico un convento abitato per diversi decenni da alcune suore fino al 2011.

L’immobile è stato acquistato da Katy Perry con l’intento di poter essere trasformato in una grande e lussuosa villa che si affaccia su Los Feliz Boulevard, mentre la battaglia giudiziaria si è protratta sino ai giorni odierni dal 2015, ampiamente sfruttata dai media.

All’epoca dei fatti la cantante aveva stretto un accordo con l’arcidiocesi di Los Angeles, stabilendo una somma per l’acquisto dell’immobile sede del convento pari a 14.5 milioni di dollari. Il contenzioso era sorto al momento di un secondo accordo interno sancito dalle suore con la ristoratrice Dana Hollister, la quale aveva offerto una somma superiore a quella presentata da Katy Perry, pari a 15,5 milioni di dollari.

La ristoratrice avrebbe trasformato il convento in un albergo a seguito del termine delle trattative sostenute con le suore . Catherine Rose Holzman e Rita Callanan.

La suora deceduta, poco prima del tragico avvenimento, avrebbe pregato la cantante Katy Perry al fine di poter lasciar decorrere la trattativa per l’acquisto e il possesso dello stabile. Le religiose in questo caso non erano state appoggiate dall’arcidiocesi in sede di processo, tanto meno il nulla osta da parte del Papa Francesco per gli immobili al di sopra del 7.5 milioni di dollari.