Http//192.168.1.1, Come Accedere alla Pagina del Router

Http 192.168.1.1, Come Accedere alla Pagina del Router

Se possediamo un router o l’abbiamo appena acquistato e vogliamo sapere come configurarlo senza commettere errori di sorta e non avendo le competenze dei cosiddetti Geek (neologismo coniato per definire dialettalmente, tra gli altri, gli appassionati d’informatica), ci basta un po’ di attenzione, applicazione e un computer o altro device mobile già collegato alla rete creata dallo stesso router.

Un router è un dispositivo che si occupa di instradare i dati verso altre sottoreti direttamente connesse attraverso vari protocolli di connessione: in parole più semplici, il router può essere utilizzato per creare una rete domestica con indirizzi univoci cui sono associati vari dispositivi tutti connessi esternamente a internet proprio attraverso questo strumento che al suo interno integra anche un modem (quelli domestici sono chiamati modem router) e può anche avere un firewall integrato per la nostra sicurezza.

In generale ogni router possiede un sistema operativo integrato e ha quindi bisogno di essere configurato per rendere al massimo e consentire la connessione stessa con l’esterno da parte di alcune applicazioni particolari: si pensi ai programmi che hanno bisogno di avere via libera per l’esterno trovando le corrispondenti “porte aperte” (il cosiddetto Port Forwarding).

Ebbene non spaventarti perché sia tu possieda un router Netgear, Asus, Fritz!Box o di qualsiasi altra marca, vedrai che nella pratica è molto più semplice la configurazione e spesso troviamo un wizard iniziale predisposto per tutti gli utenti programmato al fine di settare i parametri essenziali al corretto funzionamento del nostro dispositivo.

Proseguendo la lettura non rimarrai deluso e otterrai molte risposte alle tue domande.

Trovare l’Indirizzo IP del Router

Se abbiamo già collegato il router al nostro dispositivo, sia esso un personal computer, un laptop, un netbook oppure un device mobile (smartphone, tablet, etc.), dobbiamo innanzitutto accedere alla pagina di configurazione del router. Essendo un dispositivo connesso in rete, come abbiamo già spiegato, sarà raggiungibile semplicemente attraverso un browser internet e quindi basterà identificare l’IP (Internet Protocol address) e digitare l’indirizzo giusto nella barra di ricerca.

I passi sono semplici, apriamo un browser web che utilizziamo normalmente, tra quelli più conosciuti (Internet Explorer, Edge, Safari, Chrome, Firefox, Opera, etc.) e digitiamo uno di questi IP nella barra degli indirizzi schiacciando poi il tasto Invio sulla tastiera:

  • 168.1.254
  • 168.1.1
  • 168.0.1
  • 0.1.1

Questi sono solitamente gli indirizzi IP maggiormente utilizzati dalle case produttrici dei router per aprire la pagina Home di gestione del dispositivo. Se, una volta digitati si aprirà una pagina in cui ci sarà richiesto di inserire il nome utente e la password ovvero ci ritroveremo direttamente all’interno del pannello di gestione, allora avremo trovato l’indirizzo giusto.

Se, viceversa, non otterremo visualizzazioni di questo tipo, ma solo una pagina d’errore, allora non dovremo arrenderci perché ci sono altre possibilità per scovare l’indirizzo IP assegnato al nostro router:

  • Libretto Istruzioni del Router. All’interno del manuale del dispositivo ci sarà probabilmente una sezione che parla proprio della pagina di configurazione riportante l’esatto IP da utilizzare per l’accesso, oppure un indirizzo universale tipo www.routerlogin.net.
  • Etichetta sul Router. Se non abbiamo a disposizione il manuale e non sappiamo scaricarlo dal web, allora possiamo trovare l’indirizzo IP della pagina di configurazione direttamente appiccicato sotto il router o lateralmente.
  • Prompt comandi Windows. Questo processo è un po’ più complesso, ma estremamente efficace, visti gli svariati comandi disponibili, compresa la possibilità di risalire all’indirizzo IP utilizzato dal router. Basta seguire questi semplici passi:
    • Aprire il Menù Start cliccando sull’icona a bandierina in basso a sinistra;
    • Digitare cmd nella barra e cliccare Invio;
    • Una volta aperto il prompt dei comandi, digitare “ipconfig” e premere nuovamente Invio;
    • Visualizzeremo molteplici informazioni inerenti gli Ip presenti nella rete domestica, insieme all’indirizzo IP del router sotto la dicitura “Gateway Predefinito”;
    • Basterà copiare questo indirizzo.
  • Preferenze Sistema se utilizziamo il sistema operativo macOS. Se abbiamo un elaboratore elettronico appartenente all’ecosistema Apple, allora basterà trovare la preferenze di rete del sistema. Ecco la procedura passo per passo:
    • Clicca sull’iconcina dell’ingranaggio presente sulla barra Dock;
    • Clicca ora sull’icona Network e seleziona il tipo di connessione utilizzata tra il dispositivo e il router tra Wi-Fi (se la modalità è wireless, senza fili) o Ethernet (se utilizziamo il cavo omonimo);
    • Clicca sul bottone Avanzate in basso a destra;
    • Seleziona la scheda TCP/IP;
    • Troveremo indicato l’indirizzo IP cercato sotto la dicitura Router;
    • Basterà ora copiare questo indirizzo.

Una volta trovato l’IP corretto, basterà aprire un web browser e inserire l’indirizzo ricavato cliccando poi su invio per raggiungere la pagina di login ovvero direttamente le opzioni di configurazione se non c’è alcun blocco di autenticazione.

Trovare i Dati di Login

Una volta trovato l’indirizzo IP del router, potremmo trovarci di fronte ad una pagina nella quale è richiesto d’inserire il giusto nome utente e la password correlata. Se non abbiamo modificato i dati d’accesso al router impostando una username e/o una password personale, allora la combinazione standard da inserire dovrebbe essere:

  • Username: admin;
  • Password: admin oppure password.

Nel caso questi dati non dovessero portare a nulla di positivo, allora possiamo scoprire la giusta combinazione semplicemente leggendola all’interno del manuale utente del dispositivo oppure ritrovarli scritti sull’etichetta applicata sul router stesso, sotto o lateralmente.

Su alcuni modelli di router, ad esempio quelli brandizzati TIM, non ci sarà bisogno d’inserire alcuna password la prima volta che si effettuerà l’accesso al pannello di gestione del dispositivo proprio per permetterne la configurazione iniziale: basterà cliccare sul pulsante ad hoc e inserire poi una password personalizzata da utilizzare ai successivi accessi.

Modificare Impostazioni Router

Una volta dentro la pagina d’impostazioni del Router, possiamo destreggiarci tra le varie opzioni possibili e modificare quello che ci serve. In primis, la password stessa per l’accesso al sistema, evitando che altri possano anche erroneamente cambiare qualcosa, nella sezione Amministrazione e Sicurezza.

Nella sezione Wireless, invece, avremmo disponibili vari parametri e variabili impostabili per quanto concerne la connessione senza fili, comprese statistiche di funzionamento e il canale di comunicazione (di solito impostato su automatico, ma si consiglia l’utilizzo del numero 11, da verificare comunque).

Nel comparto Firewall o Virtual Server, troveremo i comandi più importanti nella configurazione di un router: in questa sezione potremo aprire le porte per i software di comunicazione e quelli del cosiddetto protocollo P2P, come eMule e uTorrent. Naturalmente questa guida non vuole essere esaustiva né dirimente su quest’aspetto, ma possiamo accennare al fatto che basta trovare il numero di porte da “aprire” nel pannello configurazione, direttamente nel programma software di cui abbisogniamo e il protocollo inerente (TCP o UDP).

Dopo aver modificato tutto quello che vogliamo, ricordiamoci bene di cliccare sul bottone Salva o Salva modifiche per salvare il tutto; il router potrebbe anche riavviarsi durante il processo e non dovremo preoccuparci perché dopo poco rifunzionerà tutto.

Nonostante siano spesso valevoli queste considerazioni sul pannello di configurazione e d’impostazione del router, potrebbero non coincidere con i sistemi operativi dei numerosi router e dei vari produttori presenti in commercio. Una volta avuto accesso al pannello, dovremo essere bravi nel ricercare le sezioni giuste dove mettere mano cambiandone i parametri e il consiglio è sempre quello di leggere attentamente le guide dedicate, anche scaricabili da internet sui siti del marchio acquistato.

Risolvere Eventuali Problemi

Se, nonostante i capitoli precedenti, abbiamo ancora problemi nell’accedere alla pagina di gestione del router, allora possiamo ancora dare dei consigli per risolvere il problema in pochissimi minuti.

Il primo consiglio è di spegnere e riaccendere il router, ripetendo la procedura d’accesso verificando di nuovo il problema, tentando dopo di collegare il dispositivo al computer tramite altro protocollo di comunicazione, ad esempio il cavo Ethernet, molto meno soggetto a interferenze e problematiche di comunicazione così come il Wi-Fi.

Se non riusciamo a risolvere ancora il problema, allora possiamo sempre ricorrere al famoso manuale utente in formato cartaceo compreso nella confezione e nel caso lo avessimo smarrito, possiamo ricorrere al supporto e all’assistenza presenti sul sito web dell’azienda produttrice del router.  Probabilmente troveremo la versione digitale del manuale scaricabile da internet e potremo visualizzarla direttamente sul pc o sullo smartphone cercando anche tra i capitoli riguardanti le F.A.Q. o i problemi più ricorrenti con le soluzioni. Sia un router Asus, D-Link, FRITZ!Box, Linksys, Netgear, Sitecom, TP-LINK e altri, è facile trovare il sito web istituzionale cercando su Google.

Se il nostro problema riguarda la pagina di accesso e non ricordiamo il nome utente e la password, né abbiamo il manuale cartaceo o digitale disponibile e non c’è nemmeno etichetta alcuna sul router, allora possiamo rivolgerci al sito routerpassword.com, un portale dove sono raccolte tutte le combinazioni utilizzate dai principali modelli di router e modem. L’utilizzo è molto semplice: collegati alla pagina, seleziona una marca di router dal manu a tendina denominato Select Router Manufacturer e poi clicca sul pulsante Find Password. A schermo vedremo diversi modelli tra i quali dovremo individuare il nostro, scoprendo la combinazione di username e password correlato per l’accesso al pannello di gestione.

Se invece non ricordiamo la password che abbiamo modificato e personalizzato, allora possiamo ricorrere ad una extrema ratio: il reset del router per riportarlo allo stato di fabbrica (ed avere di nuovo username e password standard). Per far ciò, basta procurarsi uno stuzzicadenti o un oggetto appuntito per premere fino in fondo il Tasto Reset, di solito di colore nero posizionato sul retro del router e tenerlo premuto per 10 secondi circa (dipende dal produttore). Se il reset sarà positivo, le luci presenti sul modem inizieranno a lampeggiare, poi si spegneranno per riaccendersi tutte simultaneamente. A quel punto potremo accedere di nuovo al router all’indirizzo standard con l’username e la password standard, ma dovremo anche riconfigurare il dispositivo perché saranno cancellate anche tutte le nostre modifiche successive.

Site Footer

Questo sito fa uso dei cookie, anche di terze parti, per garantire ai suoi utenti un'esperienza di uso ottimale. Continuare nella navigazione (scroll, click, ...) equivale all'accettazione dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi