Esauriente Economia Furto Auto, come ci si deve comportare e cosa fare con l’assicurazione

Furto Auto, come ci si deve comportare e cosa fare con l’assicurazione

In presenza del furto della propria automobile si dovranno rispettare una serie di passaggi e iter burocratici, nonostante le sensazioni personali immediatamente avvertibili al momento della presa di coscienza del danno subito.

Nonostante la rabbia inziale sarà fondamentale cercare di mantenere la calma al fine di poter seguire tutti i passaggi del caso. Attraverso questo nuovo articolo guidato ci occuperemo di analizzare insieme l’ter burocratico e le procedure da seguire in caso di furto del proprio veicolo che dovrà essere segnalato sia presso la sede della propria compagnia assicurativa, sia presso gli uffici dei carabinieri.

 

Le prime cose da fare se si subisce il furto della propria auto

Al momento della presa di coscienza del furto del proprio veicolo, nonostante la miriade di sensazioni provate, si dovranno seguire una serie di procedure al fine di segnalare l’accaduto nel rispetto delle norme legali vigenti e di quelle burocratiche.

Per procedere alla denuncia di un furto presso la propria compagnia assicurativa occorrerà possedere il certificato di proprietà della propria vettura, il libretto di circolazione, una copia della denuncia rilasciata dalle autorità competenti. Al momento del furto ci si dovrà quindi recare immediatamente presso gli organi di competenza presenti sul territorio, presso il comando della polizia o dei carabinieri. Gli agenti presenti richiederanno la relativa documentazione e i dati del veicolo uniti a quelli dell’intestatario della vettura e della polizza assicurativa RCA.

Il libretto di circolazione e il documento relativo alla proprietà dell’auto vengono generalmente conservati all’interno dell’auto dalla maggior parte degli intestatari, motivazione per la quale dovrà essere fatto presente presso gli organi di competenza. Al momento della denuncia su carta, dopo averla letta attentamente e valutata, dovrà essere apposta la propria firma. La copia della denuncia potrà essere presentata alla compagnia assicurativa nella quale è stata sottoscritta la polizza RCA.

Per segnalare il furto alla propria compagnia assicurativa si avranno a disposizione tre giorni massimi di tempo, tramite presenza fisica in sede, call center, oppure la sezione apposita presente all’interno del sito online della stessa dove ottenere tutte le informazioni necessarie. Tuttavia sarà comunque necessario comunicare l’avvenuto furto tramite una raccomandata con ricevuta di ritorno all’interno della quale specificare tutti i dati dell’intestatario, quelli relativi al veicolo, il numero della polizza, la copia della denuncia effettuata presso gli organi competenti, ottenendo la sospensione della polizza e le eventuali garanzie accessorie quali furto e incendio o copertura cristalli.

Sarà inoltre possibile ottenere un rimborso della polizza assicurativa RCA consegnando le copie delle chiavi della vettura rubata, sottoscrivendo una procura presso uno studio notarile con l’acquisto della marca da bollo per una somma complessiva di spesa entro le cento euro. Attraverso la procura si rinuncerà alla proprietà dell’auto rubata a favore della compagnia assicurativa nell’ipotesi in cui il mezzo dovesse essere ritrovato successivamente.

Oltre agli organi di competenza per la denuncia e alla sede assicurativa ci si dovrà infine recare anche all’ufficio ACI dove richiedere la registrazione del furto presso il Pubblico Registro Automobilistico (PRA) e sull’eventuale certificato di proprietà. Per ottenere i rimborsi del caso occorrerà invece attendere un periodo di trenta giorni.