Finanziamento a Tasso Zero, come funzionano i prestiti senza interessi

Finanziamento a Tasso Zero, come funzionano i prestiti senza interessi

I recenti tempi di crisi economica che hanno investito e travolto la maggior parte dei settori, compresi quelli bancari, richiedendo una maggiore disponibilità di prestiti, ma con un finanziamento a tasso zero.

Gli istituti di credito hanno emesso finanziamenti a tesso zero disponibili per i richiedenti, promossi spesso e divulgati da televisioni e giornali.

In realtà, dietro al fenomeno di tale massiccia pubblicizzazione, non si nascondono delle truffe. I finanziamenti a tasso zero sono un prodotto assolutamente legale, in grado di soddisfare le esigenze e le richieste del debitore. Ma che cosa si intende esattamente per tasso zero?

Nessuna banca offrirebbe in prestito una somma di denaro senza un profitto derivante dal ritorno della cifra erogata e questo rappresenta un dato di fatto.

Il finanziamento concesso a tasso zero prevede la restituzione della somma di denaro attraverso rate prive di interessi aggiunti, praticato il più delle volte dalle grandi catene commerciali per le vendite di prodotti come gli elettrodomestici e gli arredi.

Il tasso di interesse fluisce in questo modo sulle spese di apertura o di gestione della pratica, molto spesso però all’azzeramento del Tasso Annuo Nominale corrisponde un innalzamento del Tasso Annuo Effettivo Globale a costituzione del tasso influente che dovrà essere mantenuto in prossimità dello zero.

Il finanziamento a tasso zero vero e proprio corrisponderà quindi all’azzeramento di entrambi ii valori appena citati, definito Tasso Zero Reale.

Caratteristiche del finanziamento a Tasso Zero

I finanziamenti a tasso zero consistono in una vera e propria formula di iniziativa promozionale atta ad acquisire un nuovo afflusso di clientela ma che non indica il tasso effettivo del finanziamento.

L’offerta si rifà generalmente ad un periodo di tempo limitato, indicativamente per le prime due mensilità, nel quale sono effettivamente azzerati i tassi di interesse sul prestito.

Dalla terza mensilità in poi i tassi di interesse potrebbero quindi essere reintrodotti nel conteggio delle rate da rimborsare, con un effettivo regime di tassazione maggiore rispetto agli interessi del mercato di concorrenza.

Il valore che ingloba le specifiche caratteristiche specifiche previste da questa tipologia di finanziamenti è il TAEG, che dovrà essere esaminato con meticolosità e ingloberà tutte le spese relative alle diverse imposte.

Gli elementi di un finanziamento a tasso zero ai quali si dovrà fare attenzione riguarderanno i costi interni, le spese nascoste e la promozione.

Le campagne pubblicitarie messe in atto dagli istituti di credito per la promozione dei finanziamenti a tasso zero, come qualsiasi altra campagna pubblicitaria d’altronde, mirano ad evidenziare solamente l’iniziale aspetto positivo del prodotto offerto.

Sarà quindi premura del cliente informarsi correttamente prima di sottoscrivere un finanziamento a tasso zero senza la minima conoscenza di base delle sue peculiarità.

I finanziamenti a tasso zero appartengono alla categoria dei prestiti finalizzati e quindi generalmente non rientrano nella categoria dei prestiti personali, ma adibiti all’acquisto di un prodotto.

Nel caso specifico dell’acquisto di un bene materiale sarà importante valutare e scegliere un finanziamento a tasso zero oppure un prestito standard, dagli interessi più alti ma dilazionato in un periodo di tempo maggiore.

Site Footer

Questo sito fa uso dei cookie, anche di terze parti, per garantire ai suoi utenti un'esperienza di uso ottimale. Continuare nella navigazione (scroll, click, ...) equivale all'accettazione dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi