Esauriente Attualità Esplosione Bologna, il Comune notifica: danni per 10 milioni di euro

Esplosione Bologna, il Comune notifica: danni per 10 milioni di euro

Esplosione Bologna, il Comune notifica danni per 10 milioni di euro

Secondo una stima effettuata dal Comune di Bologna i danni ammontanti all’incidente tra l’autostrada e la tangenziale di Casalecchio ammonterebbero a cifre piuttosto cospicue, intorno ai 10 milioni di euro.

Lo scontro tra un tir e una cisterna ha dato luogo ad una vera e propria esplosione, innescandone altre a catena, comportando la morte di una persona, numerosi feriti, il crollo di un ponte e danni alle strutture che si trovano nei pressi dell’avvenuto rogo.

I conteggi sono stati elaborati dall’assessore alla Protezione civile del Comune di Bologna, Alberto Aitini, sotto la precisazione di 5 milioni di euro in danni soltanto alle due concessionarie situate nei pressi dell’incidente avvenuto nella giornata di lunedì scorso.

Ad essere state interessate dal rogo anche alcune abitazioni e negozi commerciali, con danni in fase di valutazione alle strutture delle illuminazioni e a due edifici scolastici.

“Il governo attivi le procedure perché arrivino i rimborsi il prima possibile. Le aziende mi hanno detto che vorrebbero aprire entro agosto, anche perché hanno delle commesse e non si vogliono fermare.

Le attività commerciali dovrebbero ripartire a giorni, quando avranno sistemato gli infissi. I cittadini si stanno attivando per sistemare le loro abitazioni. Il Comune starà vicino a tutti” ha spiegato Alberto Aitini.

In totale sono stati coinvolti nell’incidente anche 145 feriti, mentre il governatore Bonaccini ha sottolineato: “Con le vittime per risarcimenti la Regione sarà vicino a tutti coloro che hanno subito danni e per questo avvierà nei prossimi giorni un censimento analitico in collaborazione con il Comune di Bologna. Un altro tema centrale di cui sarà doveroso occuparci è quello dei risarcimenti ai cittadini”.

L’incidente ha provocato diverse criticità in conseguenza allo scoppio della violenta esplosione, ad essere sopravvissuto il camionista tamponato dal tir trasportante Gpl, Antonio Verdicchio, 45 anni, riportando ustioni di secondo grado su spalle, collo, testa e braccia, compresa una frattura nasale.