Diverticoli: Cosa Mangiare e Cosa Evitare

Diverticoli Cosa Mangiare e Cosa Evitare

Il disturbo dei diverticoli colpisce circa il 65% della popolazione adulta, colpendo maggiormente la fascia femminile. I diverticoli sono delle piccole ernie che vanno ad interessare le pareti intestinali e il colon.

Tale disturbo non viene direttamente associato ad una vera e propria patologia ma più ad un’alterazione anatomica quasi del tutto asintomatica nella maggior parte dei soggetti affetti.

Tra le cause principali dei diverticoli si trovano fattori quali una cattiva abitudine alimentare, uno stile di vita sregolato, obesità, assunzione di antinfiammatori, sesso del soggetto.

I diverticoli vengono spesso associati alle “patologie dell’anzianità” in quanto si manifestano con più frequenza a seguito dei 40 anni di età.

Cosa mangiare e cosa evitare in presenza di diverticoli

In presenza di diverticoli si consiglia di seguire soprattutto una dieta ricca di acqua e fibre, frutta e verdura, al fine di facilitare le attività regolari dell’intestino ed evitare episodi di stitichezza.

Le credenze popolari riguardo all’eliminazione della frutta contente semi all’interno, sono state del tutto screditate dagli studi effettuati in proposito sul territorio americano su un campione di cinquantamila pazienti.

Un regime alimentare prescritto subentra invece in caso di diverticolite, una vera e propria infiammazione con la sensazione di un forte dolore avvertita dal soggetto a livello addominale, con conseguente nausea, riduzione dell’appetito, dissenteria o stipsi, meteorismo.

In caso di diverticolite solamente l’1% dei soggetti risulta dover ricorrere all’intervento chirurgico mentre per il restante 99% è sufficiente seguire una dieta liquida accompagnata in un secondo momento dalla prescrizione di antibiotici.

Il regime liquido andrà seguito per circa 7/15 giorni, in modo da sfiammare le pareti dell’intestino e il colon. Tra i cibi da evitare, in presenza di diverticoli, si trovano categoricamente gli alimenti poco digeribili, responsabili di possibili coliche d’aria, ad esempio la carne rossa.

Oltre a questi sono da escludere i latticini e il latte per via dell’alto potere di aumento dell’infezione già presente dei diverticoli. Gli alimenti ricchi di fibre sono invece consentiti e consigliati, ma senza eccedere.

Dovranno quindi essere introdotti nella dieta cibi integrali, ad alto contenuto di fibre, lo yogurt grazie alla sua azione di transito intestinale favorita dai fermenti lattici vivi, zuppe, carni bianche, olio extravergine di oliva per condimento, passati di verdure e alimenti liquidi in generale, come già specificato in presenza di una diverticolite acuta e in fase di sanguinamento.

Allo stesso tempo sarà fondamentale riuscire a mantenere un equilibrio regolare sull’azione di espulsione delle feci, evitando tutti gli alimenti responsabili di stipsi o dissenteria, nonché le bevande alcoliche, ii dolci, gli alimenti grassi e confezionati.

Site Footer

Questo sito fa uso dei cookie, anche di terze parti, per garantire ai suoi utenti un'esperienza di uso ottimale. Continuare nella navigazione (scroll, click, ...) equivale all'accettazione dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi