Esauriente Salute Disturbi dell’Umore, il caffè riduce il rischio di Depressione e patologie simili

Disturbi dell’Umore, il caffè riduce il rischio di Depressione e patologie simili

Chi beve caffè riduce il rischio dei disturbi dell’umore. Secondo una recente ricerca scientifica è stato dimostrato che bere 4 tazzine di caffè al giorno va a diminuire le possibilità che tali disturbi si presentino.

La ricerca è stata presentata dalla ISIC, Institute for Scientific Information on Coffee, per conto dei ricercatori dell’Università di Navarra e poi pubblicato dalla nota rivista Nutrients.

I ricercatori spagnoli hanno effettuato dei test su 15.000 laureati in perfetta salute dell’Università Seguimiento Universidad de Navarra, analizzando con attenzione l’uso abituale di caffè, mostrato tramite la convalida di un questionario sulle abitudini alimentari.

Dai dati ottenuti dai partecipanti, i ricercatori hanno capito che chi beve meno di 4 tazzine di caffè al giorno è più soggetto a soffrire in episodi di disturbo dell’umore rispetto a chi, abitualmente, beve quotidianamente un numero superiore di tazzine di caffè.

In Italia il disturbo dell’umore più diffuso è la depressione. Solo nella nostra nazione sono, secondo i più recenti dati di luglio 2018, ben 2,8 milioni (dati Istat).

Secondo OMS, Organizzazione Mondiale della Sanità, nel 2020 la depressione potrebbe essere una delle cause che porterà all’invalidità per malattia e potrebbe colpire una persona su sei.

Le proprietà del caffè vengono continuamente studiate dai ricercatori che confermano e riconoscono a questa bevanda tanti benefici, purché consumato con moderazione.

Il caffè infatti stimola la memoria, aiuta nella concentrazione, riduce i rischi di Parkinson e Alzheimer, risulta essere un’ottima prevenzione per il diabete di tipo 2, per la cirrosi, per l’epatite e per la steatosi.