Cosa Mangiare in caso di Colesterolo Alto

Cosa mangiare in caso di colesterolo alto

Quando si parla di alti livelli di colesterolo all’interno del circolo sanguigno si definisce una situazione denominata in campo medico con il termine ipercolesterolemia.

Maggiori livelli di colesterolo nel sangue, a differenza delle linee guida definite standard, comportano un corredo di rischi spesso particolarmente seri e mortali per i quali correre al riparo intervenendo sul proprio regime alimentare e sul proprio stile di vita quotidiano.

Il colesterolo, in ambito medico-scientifico rientra nella famiglia degli steroli, caratterizzandosi come una molecola lipidica composta da quattro anelli specifici costituente insostituibile delle membrane cellulari animali, precursore della vitamina D, degli acidi biliari e dell’azione a livello degli ormoni steroidei.

Il colesterolo rappresenta un componente essenziale all’interno dell’organismo, parte delle lipoproteine plasmatiche dove è contenuto e suddiviso all’interno del sangue in colesterolo HDL, denominato anche “colesterolo buono”, e colesterolo LDL, ovvero quello che comunemente si definisce “cattivo”, maggiormente responsabile di patologie cardiache e protagonista di moltissime reclame pubblicitarie per la vendita di farmaci e probiotici riferiti proprio alla sua regolamentazione.

Tuttavia l’unico metodo sicuro ed efficace per ridurre le concentrazioni di colesterolo LDL all’interno del circolo sanguigno è quello di seguire una corretta alimentazione preventiva.

In presenza di elevate concentrazioni di colesterolo LDL all’interno del sangue l’organismo potrebbe andare incontro ad una serie di patologie gravi quali l’arteriosclerosi e patologie a carico del sistema cardiovascolare, fino a mettere a repentaglio anche la vita stessa del soggetto affetto da ipercolesterolemia.

Nell’organismo il colesterolo si presenta sotto forma di un alcol non esterificato, denominato anche libero, ma allo stesso tempo potrebbe presentarsi anche come colesterolo esterificato, ovvero come estere del composto stesso.

Il colesterolo risulta parte integrante dell’organismo umano e animale, fatta eccezione per le piante anche se alcune rare specie ne contengono concentrazioni minime.

Il colesterolo inteso a livelli standard ottimali per l’organismo promuove alcune importanti funzionalità come il trasporto tramite vescicole di sostanze ai vari organuli intracellulari, come costituente di una guaina mielinica dei nervi, intervenendo nella crescita dello sviluppo embrionale, nella divisione e nella crescita cellulare, nella produzione degli acidi biliari e nella sintesi della vitamina D.

Colesterolo Alto: corredo Sintomatico

Il corredo sintomatico di un colesterolo alto all’interno del circolo sanguigno non presenterà grandi fattori evidenti, ma tenderà generalmente ad operare con un effetto silente nell’organismo del soggetto affetto da ipercolesterolemia.

L’unico modo per riscontrare la presenza di colesterolo LDL elevato nel sangue è quello di sottoporsi con regolarità alle analisi sanguigne, soprattutto con l’avanzare dell’età o in riferimento ad un’alimentazione sregolata e scostante.

I fattori di rischio di una ipercolesterolemia sono: ereditarietà di patologie cardiache, età superiore ai 45 anni per le donne e oltre i 55 anni per gli uomini, fumo, alimentazione squilibrata, obesità, ipertensione, menopausa precoce nelle donne.

Il valore di rischio elevato di colesterolo nel sangue nei soggetti adulti è stabilito a i 239, motivazione per la quale si dovranno assumere tutti gli accorgimenti del caso attraverso una dieta equilibrata, una sana e costante attività fisica anche moderata, evitando di fumare.

Colesterolo alto: che cosa Mangiare

In presenza di colesterolo alto si potranno assumere determinati alimenti come il pesce ricco di Omega 3, Omega 6, vegetali, frutta secca in particolar modo noci, oli vegetali.

Si dovranno quindi evitare tutti gli alimenti grassi, eccessivamente conditi, le fritture, i dolci, i preparati industriali, valutando l’intervento di una terapia farmacologica nei casi più seri.

Site Footer

Questo sito fa uso dei cookie, anche di terze parti, per garantire ai suoi utenti un'esperienza di uso ottimale. Continuare nella navigazione (scroll, click, ...) equivale all'accettazione dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi