Conte: “Con la Cina collaborazione equilibrata e vantaggiosa”

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, sotto intervista presso il quotidiano il Corriere della Sera, ha parlato dell’accordo di Pechino come una trattativa del tutto vantaggiosa senza alcun rischio di colonizzazione.

“Operiamo per un futuro di crescita e sviluppo e il memorandum con la Cina offre preziose opportunità per le nostre imprese. Nessun rischio di colonizzazione. Non ci sono ragioni ostative per non finalizzare il lavoro compiuto in questi mesi. L’Italia formalizza in modo trasparente la cornice entro cui avviare questa collaborazione senza mettere minimamente in discussione la sua collocazione euroatlantica.

Nessun rischio di colonizzazione. Le ragioni della prudenza sono pienamente condivise all’interno del governo: la tutela della sicurezza nazionale, anche sul piano economico, è un valore fondamentale che intendiamo rafforzare. Nessun rischio del genere, come si potrà constatare dalla lettura dell’accordo. La Tav ormai è un’ossessione nazionale. Ci sono centinaia di cantieri sul territorio che possiamo far ripartire grazie al decreto legge che anticiperà la riforma del codice degli appalti. Già in settimana apriremo un tavolo con le Regioni, con Anci e con Ance per sbloccare le opere ferme in tutta Italia. Operiamo per un futuro di crescita e sviluppo e il memorandum con la Cina offre preziose opportunità per le nostre imprese”.

Nelle dichiarazioni precedenti sulla questione Tav Giuseppe Conte aveva spiegato: “La società Telt mi ha appena risposto confermandomi che i capitolati di gara non partiranno senza l’avallo del mio governo e del governo francese e che, al momento, si limiteranno esclusivamente a svolgere mere attività preliminari, senza alcun impegno per il nostro Stato.

Lavoriamo in piena trasparenza perché non ci lasciamo condizionare dalle pressioni opache di gruppi di potere o comitati di affari. Informerò prontamente il Governo francese e la Commissione Ue circa questa posizione del Governo italiano riservandomi di interloquire con loro al fine di renderli più specificamente edotti delle acquisizioni sopra riassunte. Il Cda fissato per l’11 marzo 2019 autorizzi la Direzione a pubblicare gli inviti a presentare candidatura relativamente agli interventi dei lotti francesi del tunnel di base”.

Questo sito fa uso dei cookie, anche di terze parti, per garantire ai suoi utenti un'esperienza di uso ottimale. Continuare nella navigazione (scroll, click, ...) equivale all'accettazione dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi