Cancro: si potrà diagnosticare con un respiro

In materia medica le ricerche verso le diagnosi preventive sul cancro proseguono senza sosta da parte degli scienziati e della ricerca. A rivoluzionare la diagnosi precoce sul cancro potrebbe essere una ricerca britannica la quale si è espressamente concentrata sul respiro.

A riportare la notizia il quotidiano il Messaggero. Il nuovo macchinario elaborato dalla ricerca britannica si basa espressamente sulla  valutando la concentrazione di molecole nell’aria emesse dal respiro, provvedendo ad una diagnosi estremamente precoce in grado di trasformarsi in un vero e proprio salvavita.

Attraverso la valutazione del respiro si potrà andare a ridurre la necessità dell’esecuzione delle biopsie, obiettivo sottolineato dai ricercatori stessi. La nuova tecnica è stata testata nell’arco di un biennio su 1.500 pazienti, al fine di rilevare sostanze chimiche sprigionate dal cancro.

David Crosby, del Cancer Research UK, ha spiegato: “Scoprire il cancro precocemente dà la possibilità di curarlo. In molti casi non è possibile perché non ci sono sintomi per cui il test, abbastanza economico e non invasivo, rappresenterebbe un enorme vantaggio. E’ un sorta di etilometro per il cancro”.

L’innovativo test si è basato sulla rivelazione delle sostanze chimiche emessi dalle cellule tumorali, denominate come composti organici volatili (VOC), registrabili tramite il respiro dei pazienti attraverso il flusso sanguigno in modo del tutto simile all’alcool.

A differenza dei test tradizionali quali la biopsia, richiedenti un lasso di tempo eccessivamente ampio, il nuovo sistema basato sul respiro potrà avvenire in sede di laboratorio sotto tempistiche maggiormente rapide, in massimo di due giorni di attesa per i risultati da parte del laboratorio di analisi.

Il test è stato realizzato grazie all’impegno di Billy Boyle, scienziato di Cambridge, a seguito della morte della moglie 36enne affetta da cancro al colon deceduta nel 2014. Lo stesso Billy Boyle ha fondato la società Owlstone Medical con l’obiettivo di aiutare i soggetti affetti dal cancro ad ottenere diagnosi tempestive e preventive.