Esauriente Economia Assegni Inps fino a 1700 euro: Bonus mamme e casalinghe, come fare...

Assegni Inps fino a 1700 euro: Bonus mamme e casalinghe, come fare richiesta

Assegni Inps fino a 1700 euro Bonus mamme e casalinghe, come fare richiesta

Nel mezzo di un giallo elettorale per l’assegnazione del prossimo Governo ancora in corso da parte del Presidente della Repubblica Mattarella, direttamente dall’ente Inps è giunta almeno uno buona notizia che riguarda le donne, in particolare le mamme e le casalinghe.

Tra i Bonus che potrebbero essere messi a disposizione si trovano gli aiuti per le neomamme e le casalinghe, con assegni fino a 1700 euro. Oltre alla possibile erogazione del Bonus mamma Domani che prevede un corrispettivo pari ad 800 euro, s potrà ottenere un ulteriore sostegno economico suddiviso e dilazionato attraverso cinque mensilità, pari a 1700 euro.

Le mamme interessate dovranno quindi rivolgere regolare domanda presso l’ente dell’Inps oppure al Comune di residenza, ma allo stesso potranno accedere anche le donne casalinghe. A quali condizioni saranno previsti tali supporti economici?

Ogni richiesta dovrà corrispondere alle linee guida Isee impostate per il 2018, vale a dire che l’erogazione del Bonus previsto per le mamme e le casalinghe potrà essere richiesto solamente in presenza della soglia del non superamento dei 17.142,46 euro previsti dall’Isee di quest’anno.

L’importo totale sarà corrisposto in cifre da 338.89 euro per una suddivisione in cinque mesi al raggiungimento della soglia dei 1700 euro previsti. La richiesta presso l’Inps o il proprio Comune di residenza dovrà essere presentata entro il 31 dicembre 2018.

In presenza di lavoratrici dipendenti sarà inoltre necessaria la verifica dei versamenti nei confronti dell’ente Inps dei contributi trimestrali precedenti alla gravidanza. La richiesta potrà essere eseguita anche tramite Caf, il portale del sito internet Inps, oppure presso uno dei patronati presenti sul territorio.

La richiesta del Bonus per le neomamme dovrà essere inviata entro sei mesi dalla nascita del bambino, oppure del suo arrivo in famiglia nel caso di adozioni regolamentate.

Le condizioni di un rientro all’interno delle linee Isee 2018 sarà un requisito fondamentale per la ricezione della somma messa a disposizione dall’ente Inps.