A Francoforte protagonista l’illuminazione

Ancora una volta la fiera di Francoforte si conferma tra le più importanti in Europa per fare il punto sulle ultime tendenze in materia di illuminazione, tecnologia e soluzioni per la casa: ecco le principali indicazioni emerse dal Light + Building edizione 2018.

 

Le tendenze nel settore illuminazione

Come raccontato dagli esperti che hanno partecipato alla kermesse, l’ultima fiera biennale di Francoforte è stata caratterizzata soprattutto dalla luce “smart”, seguendo i trend ultimi di un mercato che vede sempre più la tecnologia andare a braccetto con l’illuminazione. Esempi li abbiamo anche sulle pagine di PuntoLuce Shop, il negozio online dedicato proprio ai prodotti elettrici, che presenta un catalogo sempre più ricco di tocchi “intelligenti” anche in plafoniere per esterni e altre categorie.

 

Vivere in modo smart

Il “vivere quotidiano smart” è proprio uno dei leitmotiv della manifestazione tedesca, insieme alla “estetica e benessere in armonia” e a quello che è stato individuato come motto dell’edizione 2018, ovvero “in rete – sicuro – comodo”. Una filosofia che ha trovato applicazione soprattutto in tendenze come l’illuminazione architetturale e il minimalismo estremo a servizio di architetti e lighting designer, che in questo modo possono superare ogni vincolo ed “esaltare la scatola formata da pareti e plafone”, come recita un pezzo di commento scritto sul Corriere della Sera.

 

La luce diventa intelligente

Grazie a questi sistemi, l’industria del settore cerca di offrire soluzioni intelligenti e in rete, tecnologie all’avanguardia e nuovi spunti di design che, oltre a incrementare l’economicità d’esercizio di un edificio, aumentano anche il comfort e soddisfano le richieste in termini di sicurezza degli utenti.

 

I prodotti più originali a Francoforte

Tra le novità più interessanti presentate a Francoforte vanno citati alcuni prodotti che potrebbero diventare presto “quotidiani“: si va dalle lanterne portatili senza fili, compatte, maneggevoli e alimentate a batteria, che si rivelano ideali per illuminare gli esterni o spazi interni in pochi istanti. Curiosità c’è stata anche per le lampade a sospensione che, grazie a speciali coperture di feltro dalla forma di “cappello” possono insonorizzare gli ambienti di lavoro, così come per i binari dai profili sottili e quasi invisibili, ai quali fissare le varie fonti luminose orientabili e modificabili nel tempo, e per i micro faretti a scomparsa nel controsoffitto o nelle pareti, che diventano anche dei comodi segnapasso.

 

I numeri di Light + Building

In termini strettamente numerici, l’edizione 2018 della fiera di Francoforte si è chiusa con un bilancio decisamente positivo, con un incremento di oltre il 3 per cento degli espositori e di oltre il 6 per cento della superficie espositiva rispetto alla precedente edizione: in totale, i visitatori sono stati 220 mila e la superficie espositiva è stata di oltre 260 mila metri quadri, suddivisa in 25 padiglioni animati da oltre 2.700 espositori provenienti da 55 Paesi. Oltre all’ampia offerta di prodotti degli espositori, Light + Building ha presentato anche un innovativo programma di eventi collaterali, suddiviso per la prima volta in quattro sezioni tematiche – Emotion, Skills, Career e Selection – pensate per consentire a ciascun target group di visitatori un’esperienza più mirata, con mostre e conferenze specializzate e presentazioni delle nuove tendenze.

Site Footer

Questo sito fa uso dei cookie, anche di terze parti, per garantire ai suoi utenti un'esperienza di uso ottimale. Continuare nella navigazione (scroll, click, ...) equivale all'accettazione dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi